13467462823_cc8ef5041c_o

Il Samsung Galaxy S6 è uno smartphone di punta per il quale la sicurezza deve venire prima di tutto, per questo è stata prestata molta attenzione al sensore di impronte digitali.

La società ha investito molto per quanto riguarda la sicurezza del nuovo Samsung Galaxy S6, in quanto più la si aumenta e più è difficile per qualcuno rubare i dati personali presenti sul telefono. Per migliorare la sicurezza sui suoi dispositivi, Samsung ha introdotto un lettore di impronte digitali sul suo dispositivo di punta all’inizio del 2014, il Galaxy S5 . Da allora, ha dotato molti dei suoi dispositivi di uno scanner di impronte digitali, tra cui il Galaxy Mini S5 , il Galaxy Alpha , il Galaxy Tab S , il Galaxy Note 4 e il Galaxy Note Edge.

Sensore di impronte digitali a base magnetica

Galaxy-Note-4-tips-Fingerprint

Il colosso coreano non è stato il primo OEM ad implementare uno scanner di impronte digitali in uno smartphone, tuttavia Samsung si sta impegnando enormemente per rendere la sua tecnologia davvero efficiente. L’azienda coreana in precedenza ha utilizzato un sensore di impronte digitali a base magnetica, che non si è rivelato all’altezza delle aspettative perché progettato male. Samsung aveva infatti inserito il sensore nel pulsante Home del dispositivo, e ciò comportava l’assenza di abbastanza superficie per far sì che il dito scorresse correttamente sopra il sensore, causando molta frustrazione negli utenti.

Sensore di impronte digitali touch-based

Tuttavia, fonti molto credibili affermano che Samsung sta abbandonando il sensore di impronte digitali a base magnetica, per un sensore touch-based per il suo dispositivo di prossima generazione, il Samsung Galaxy S6. Inoltre, stando a quanto confermato dalle fonti, il sensore dovrebbe funzionare allo stesso modo del Huawei Ascend Mate 7 e dell’iPhone 5S, iPhone 6 e iPhone 6 Plus.

Leggi anche:  Lenovo mostra un vero prototipo di smartphone con display pieghevole

Il nuovo sensore touch-based è integrato nel pulsante Home, proprio come il suo predecessore. Tuttavia, le fonti riportano che l’azienda coreana ha reso il tasto Home leggermente più grande rispetto al Galaxy S5 e al Note 4, il che rende l’esperienza davvero perfetta. Con il nuovo sensore touch-based, non ci dovrebbe più essere bisogno di passare il dito sul sensore; basterà infatti semplicemente poggiare il dito sul tasto Home del Samsung Galaxy S6 e poi sollevarlo.

Funzionalità del Samsung Galaxy S6 che sfrutteranno il sensore di impronte digitali

samsung-fingerprints

Per quanto riguarda le funzionalità per le quali sarà possibile sfruttare il sensore di impronte digitali, il Samsung Galaxy S6 avrà tutte le funzionalità presenti sui dispositivi di punta precedenti, tra le quali:

• Fingerprint Unlock: verifica l’identità dell’utente e sblocca il dispositivo.
• Web sign-in: consente agli utenti di accedere a siti web con le impronte digitali.
• Verifica Account Samsung: verifica l’identità dell’utente per l’acquisto di contenuti per i servizi Samsung.
• Modalità privata: permette all’utente di scegliere le impronte digitali come metodo di sblocco.
• Paga con PayPal: Consente agli utenti di effettuare pagamenti rapidi e sicuri attraverso il proprio account PayPal utilizzando le impronte digitali registrate.

Le altre specifiche tecniche dello smartphone sono recentemente trapelate tramite un UserAgent. Che ne pensate di questo nuovo smartphone?

via