Smartphone

 

La vendita degli smartphone  ha subito un cambio di rotta, in particolare nell’ultimo trimestre del 2014, facendo crescere i produttori cinesi.

La crescita dei produttori come Xiaomi, Huawei e Lenovo è impressionante e colpisce soprattutto il colosso coreano Samsung. Apple può brindare tranquilla al nuovo anno dopo l’arrivo dell’iPhone 6 e dell’iPhone 6 Plus.

Smartphone: crescono i cinesi

Andando a leggere i numeri la crescita dei produttori cinesi fa paura anche se ancora non riescono ad impensierire i colossi come Samsung ed Apple che detengono la maggiore fetta di mercato i produttori cinesi come Xiaomi sono pronti all’assalto.

Infatti dopo aver accaparrato in totale il 15% del mercato, i tre produttori cinesi Xiaomi, Lenovo e Huawei messi insieme, in particolare con modelli di fascia economica, sono pronti a dare l’assalto alla fascia alta del mercato.

I primi cinque produttori di smartphone dell’ultimo trimestre 2014 sono nell’ordine Samsung con il 24%, perdendo 8 punti rispetto allo scorso anno, Apple con 12,7%, Huawei, Xiaomi (con una crescita del 336%) e Lenovo. La maggior perdita per Samsung è legata proprio al mercato cinese dove il calo è stato, del 28,6%, drastico.

Leggi anche:  Honor 8X e 8X Max: è stata rilevata la data di presentazione degli smartphone

Tra i primi cinque mancano marchi come LG, Sony e HTC, giusto per dare la portata della crescita dei produttori cinesi. Bisogna, però, dire che in volumi di vendita i cinesi sono ancora molto lontani dai big, infatti Apple vende più del doppio e Samsung più di quattro volte di Huawei (la terza in classifica).

Non si può negare con la crescita dei produttori e, quindi, degli smartphone cinesi sia impressionante e che probabilmente conquisterà altre fette di mercato in Europa e Asia soprattutto se la qualità costruttiva e hardware seguirà tale crescita anche se in questo caso è probabile che anche i prezzi salgano, ma di sicuro aumenterà la concorrenza fatto che per i consumatori non può che essere positivo.

via