Multi layer Interaction: la tecnologia che trasformerà gli smartphone

La Multi layer Interaction introduce una nuova concezione di smartphone, dal prossimo anno preparatevi a un utilizzo molto diverso dei dispositivi mobili che grazie a questa tecnologia potranno essere gestiti in maniera molto particolare.

La Multi layer Interaction è stata sviluppata da Elliptic Labs e parte da un’idea di fondo: “è molto più facile utilizzare i gesti per controllare uno smartphone invece del comune touch screen”. A Tokyo la società ha presentato questa nuova tecnologia basata che consente agli user di visualizzare sui dispositivi contenuti diversi a seconda della posizione e della distanza tra la mano e il display.

Durante l’evento di Tokyo un membro del team di Elliptic Labs ha presentato la tecnologia con uno smartphone prototipo. Indirizzando la mano verso il display veniva visualizzata la schermata principale del sistema operativo Android mentre avvicinando la mano era possibile scorrere tra le varie schermate del menù.O ancora, se si sta riproducendo un video e ci interessa sapere quanto tempo rimane prima della fine basterà semplicemente agitare il dito.

La tecnologia si basa su un altoparlante ad ultrasuoni di 5.2 mm quadrati sviluppato dal produttore giapponese Murata, questo emette onde ultrasoniche che rilevano i movimenti, questi vengono accolti da quattro microfoni posizionati ai lati dello smartphone e infine un particolare algoritmo elabora i dati per determinare la posizione della mano.

Il CEO di Elliptic Labs dichiara: “Con il Multi layer Interaction, possiamo rappresentare un contenuto diverso a seconda della distanza. Inizialmente usavamo la la tastiera, poi il mouse e ora il tocco. Il futuro sarà il touchless”.

Che ne pensate ?

 

[Via]