Word Lens TranslatorGià mollo dimmi su iOS e ora disponibile anche per i sistemi Android, Word Lens Translator è un’App che traduce i testi su cartelli, segnaletica, menu, scritte, titoli di libri, indicazioni. La traduzione avviene in modo decisamente peculiare: basta inquadrare le parole con la fotocamera, e in tempo reale la traduzione sostituisce le parole originali, a volte addirittura con lo stesso font o uno simile.

Per questo motivo World Lens Translator è considerata un’App appartenente alla categoria della “realtà aumentata“, che sta trovando campo di applicazione anche nei Google Glass. L’elaborazione avviene senza utilizzare la connessione dati: questo significa che sia il motore dell’App sia i dizionari di riferimento sono memorizzati sullo smartphone e funzionano anche quando si è disconnessi da Internet. Vista in azione la prima volta, Word Lens quantomeno disorienta: si inquadra una scritta e, mentre si cerca di star fermi, i caratteri si muovono, si sovrappongono senza dare traduzioni sensate. Per fortuna è possibile mettere in pausa l’inquadratura per fare delle ricerche all’interno dei dizionari, ma in generale è necessaria un po’ di pratica per capirne il funzionamento e quindi ottenere delle traduzioni utili e non solo il classico “effetto wow!”.

Leggi anche:  Android: queste applicazioni possono mettervi nei guai con brutte sorprese

In linea di massima funziona bene con cartelli e iscrizioni, mentre è impossibile pensare di utilizzarla per tradurre pagine di riviste o libri in lingua straniera (del resto questo ultimo aspetto esula completamente dalle funzionalità dei Word Lens Translator. Acquistata di recente da Google per poter essere prossimamente integrata in Google Traduttore, Word Lens è al momento gratuita: per quanto riguarda la lingua italiana,traduce dall’italiano all’inglese e viceversa. Inoltre supporta anche il francese, lo spagnolo, il tedesco e il portoghese, che sono però veicolati da e verso la lingua inglese.

[app]com.questvisual.wordlens.demo[/app]