Gear Solo

Samsung sta preparando l’IFA di Berlino 2014, che si terrà dal 3 al 7 settembre, dove l’attrazione principale sarà il Galaxy Note 4, ma non sarà il solo device presentato.

Infatti è anche atteso l’annuncio di un nuovo smartwatch, il Gear Solo, che è stato avvistato già qualche tempo fa in India dove era stato inviato per  effettuare dei test. Secondo alcuni rumors provenienti dalla Corea, Samsung annuncerà il Gear Solo insieme al Galaxy Note 4 (bundle in offerta? probabile). Il Gear Solo, già trapelato all’inizio di quest’anno, sarà caratterizzato da uno slot per schede SIM, questo aggiunge, quindi, la capacità di effettuare chiamate vocali in maniera indipendente, sarà la volta buona che vedremo uno smartwatch standalone?

Quello che è certo è che non avrà Android Wear in quanto non supporta le schede SIM e Google non ha ancora autorizzato nessuno per personalizzarlo. Diciamo che la cosa non ci meraviglia in quanto è praticamente ovvio che il Gear Solo monterà Tizen come sistema operativo. Sembra altrettanto ovvio, se il Solo sarà effettivamente come descritto, che il costo sarà superiore agli altri indossabili della casa coreana avendo il supporto per le SIM.

Leggi anche:  Samsung aggiorna Bixby su Galaxy Note 9 per risolvere alcuni problemi

Un’altra questione da appurare, lo faremo al momento opportuno, è la durata della batteria che come sappiamo e abbiamo potuto verificare con le nostre prove, non è eccelsa. Sappiamo anche che la connessione dati consuma molta più batteria di quella wifi only per cui se Samsung non ha migliorato le cose da questo punto di vista le piccole batterie, che vengono utilizzate negli smartwatch potrebbero non essere sufficiente.

 Il Gear Solo, numero di modello SM-R710, dovrebbe avere un prezzo per unità superiore ai 200 $, in Italia il prezzo sarà anche superiore (per poi calare drasticamente subito dopo).

Come al solito Samsung mette tanta carne a cuocere sulla brace dell’IFA dove, naturalmente, non sarà l’unica a presentare novità, vedremo cosa saranno capaci di fare i diretti concorrenti per contrastare la casa coreana.

via