Google-toys-around-with-the-Android-Market-changes-name-to-Google-Play

Il Google Play Store è utilizzato giornalmente da tantissimi utenti che scaricano applicazioni e giochi sia gratis che a pagamento. Questi ultimi, a quanto pare, potranno essere provati e rimborsati, in caso non fossero soddisfacenti, entro 2 ore.

Già in precedenza Google dava agli utenti la possibilità di scaricare le applicazioni e i giochi a pagamento e provarli liberamente, e di chiedere successivamente il rimborso se ci si rendeva conto di aver effettuato uno sbaglio ad acquistarli. Finora però si poteva chiedere il rimborso entro 15 minuti, superati i quali i soldi erano ormai considerati definitivamente spesi e anche se l’app non si rivelava all’altezza non c’era più nulla da fare per riaverli indietro.

Adesso a quanto pare il termine entro cui è possibile per gli utenti chiedere il rimborso sul Google Play Store è stato allungato, per la gioia di tutti gli utenti. La scoperta è stata fatta in seguito a delle prove pratiche di alcuni utenti che hanno potuto chiedere il rimborso delle app e dei giochi scaricati per un periodo ben superiore ai 15 minuti canonici. E’ stato infatti possibile chiedere il rimborso ben due ore dopo.

Leggi anche:  Android: 3 applicazioni sono molto pericolose per gli utenti, disinstallatele subito

Google però non ha ufficializzato la faccenda, anzi l’ha sminuita dicendo che i tempi entro i quali è possibile chiedere il rimborso sono diversi a seconda dell’app, soprattutto perchè alcune hanno tempi di download maggiori di altri. La verità però è che anche le app piuttosto piccole di dimensioni possono essere rimborsate entro due ore. Non ci resta quindi che provare, anche se col rischio che le app scaricate non vengano poi rimborsate (com’è successo nel caso di app scaricate dal Google Play Store italiano). Fateci sapere!

via