google_si_chiude_a_riccio_per_proteggere_android_368
Certamente vi ricordate del famoso hacker che raggiunse un accordo con Sony dopo aver rilasciato il jailbreack di PS3, ebbene, Google lo ha assunto per un fondamentale progetto, ossia il “Project Zero”, che considerando l’ambito lavorativo di Google, è fondamentale,vediamo i dettagli!

La filosofia di questo progetto non è altro che quella di evitare truffe, malware, furto di identità e molto altro, sradicare una volta per tutte dal mondo di Internet questi pesanti mali, ed evitare che si ripresentino in futuro, ed è proprio questa la motivazione che ha spinto Google ad assumere questo eccellente hacker, in quanto la stessa filosofia è proprio alla base di quella hacker (la vera filosofia hacker, non è quella di danneggiare).

George Hotz, meglio conosciuto come GeoHot si unirà quindi ad un team di massimi esperti in sicurezza per la salvaguardia di Internet, segnalando le vulnerabilità zero-day, le quali sono molto sfruttate per danneggiare l’utente, ma anche per sorvegliare attivisti e molto altro, la qual cosa è davvero molto grave se consideriamo che viene fatto principalmente per rallentare le loro mosse.

Insomma, GeoHot darà una pesante svolta alla sua vita, in quanto nel 2011 fu etichettato come criminale dopo che riuscì a decriptare la master-key di PS3 e la diffuse online, Sony ovviamente, rispose a ciò portandolo in tribunale, ora Google lo ha assunto, e punta a immetterlo nel proprio team con un compito davvero importantissimo per Internet, speriamo ovviamente, che si renderà all’altezza del compito a lui assegnato!

[via]