Schermata 2014-06-25 alle 23.21.19

Negli ultimi anni, come avete potuto benissimo notare, lo sviluppo e diffusione dei famosi smartband, o braccialetti dediti al fitness, è stato pressoché esponenziale. Per questo motivo, direttamente dal Google I/O 2014, l’azienda di Mountain View ha ufficialmente deciso di adeguarsi alla concorrenza, lanciando Google Fit.

Secondo quanto annunciato durante la conferenza, questi non è altro che un servizio, da notare non un applicazione, grazie al quale sarà possibile tenere sotto controllo i nostri livelli di salute, in seguito ad attività fisica oppure no.

Come abbiamo scritto, Google Fit non è un’applicazione, infatti permetterà l’integrazione in app di terze parti, in modo che un servizio di monitoraggio fitness sia già insito nel sistema operativo stesso, come accaduto in iOS 8 con Healthkit.

Leggi anche:  Google Pixel 3 costerà solo 620 euro: lo rivela uno store cinese

L’integrazione, stando almeno alle premesse, pare essere una di quelle importanti, ma in pratica di cosa potremo godere noi utenti finali?

La parola spetta agli sviluppatori, riuscire ad utilizzare correttamente le API diffuse da Google, e realizzare ottime applicazioni sfruttando Google Fit. Cosa ne pensate di questo nuovo servizio? preferivate un’applicazione dedicata o altro? Fatecelo sapere con un commento all’articolo!