android auto

 

Android Auto è finalmente realtà. Dopo averne parlato per mesi e averlo visto su qualche auto ora Android Auto è stato presentato ufficialmente al Google I/O 2014.

All’inizio di quest’anno, Google e diversi partner automobilistici hanno annunciato l’Open Automotive Alliance. L’obiettivo dichiarato dal gruppo è quello di “realizzare una tecnologia per auto più sicura, più fluida e più intuitiva per tutti.” Ovviamente Android è al centro di questo piano. “Crediamo che una piattaforma comune contribuirà a guidare l’innovazione”, ha dichiarato l’Open Automotive Alliance nel mese di gennaio. Oggi, per la prima volta, possiamo dare uno sguardo reale al progetto.

La tecnologia di Google in-car è un rivale diretto del CarPlay di Apple, che offre ai proprietari di iPhone un’interfaccia utente familiare durante la guida. CarPlay permette di avere le mani libere ma non è una piattaforma autonoma.

Google ha una reale opportunità di raggiungere e superare iOS, anche da questo punto di vista. Sundar Pichai ha promesso “una serie completa di nuove esperienze” grazie alla nuova versione del sistema operativo Android L, grazie al quale si potrà costruire un’esperienza senza soluzione di continuità attraverso ogni dispositivo nella vostra vita, dai telefoni, agli indossabili, dai televisori alle automobili.

Leggi anche:  Android One e Android Go non supportano Android Auto

È il software con cui si ha già familiarità, ma ridisegnato e ripensato per l’auto. Android Auto è consapevole, fornisce le informazioni che vuoi quando ne hai bisogno. Ed è stato ottimizzato per la voce, il che significa che non avrete mai bisogno di togliere le mani dal volante per usarlo. Google ha dichiarato che era una priorità nel loro approccio allo sviluppo di Android Auto, con Patrick Brady che ha sottolineato le statistiche sugli incidenti durante la sua presentazione. “Ci deve essere un modo migliore,” ha detto. Le prime vetture dotate di Android Auto arriveranno entro la fine dell’anno.

Android Auto incorpora pesantemente Google Now; il sistema dà rapido accesso al voice-to di Google Maps, messaggi di testo e applicazioni come Google Play Music. Android Auto è pienamente compatibile con manopole e pulsanti presenti sul cruscotto e sul volante. Google sta incoraggiando gli sviluppatori a sbrigarsi nello sviluppare app per Android Auto, ha già coinvolto partner quali Spotify, Pandora, MLB.TV, Stitcher, e Pocket Casts.