s3 note 2 kitkat

 

Il Samsung Galaxy Note 2 è ancora fermo alla versione 4.3 del robottino verde, almeno in Italia in quanto in altri paesi l’aggiornamento a KitKat è già arrivato.

Cerchiamo di fare il punto sulla situazione aggiornamenti e di capire per quale motivo in Italia non abbiamo ancora ricevuto tale aggiornamento.

Per prima cosa diciamo che, in genere, l’Italia non è il paese preferito da Samsung per aggiornare i suoi dispositivi. Il motivo reale di questo non si conosce, ma possiamo supporre che sia per l’altro numero di terminali presenti nel nostro paese e questo porta già ad una considerazione. Gli aggiornamenti iniziano in modo graduale a partire da quei paesi in cui il numero di dispositivi da aggiornare non è elevato e poi si va avanti, con una metodologia non del tutto chiara, ad aggiornare i device di tutto il mondo.

Altra considerazione, Samsung non ha mai dichiarato ufficialmente che l’aggiornamento a KitKat sarebbe arrivato sul Galaxy Note 2, tranquilli non ha detto nemmeno il contrario per cui restiamo dell’idea che l’aggiornamento arrivi quasi certamente. La certezza (quasi) ci è data dal fatto che in altri paesi l’aggiornamento è arrivato, oggi è toccato alla Nuova Zelanda, ma iniziano ad essere in numero consistente i Note 2 aggiornati nei seguenti paesi:

Leggi anche:  Samsung Galaxy J6 Prime: colori e specifiche complete

Russia, Mauritania, Tunisia, Sud Africa, Arabia Saudita, Egitto, Ucraina, Nigeria, Turchia, Kenya, Afganistan, Pakistan, Francia, Malesia, Filippine, Brasile, Vietnam, Indonesia e India.

In tutti questi paesi il Note 2 aggiornato a KitKat è il modello GT-N7100 proprio uguale a quello venduto anche nel nostro paese. Serve solo un po’ di pazienza e presto potrete vedere l’OTA sui vostri amati phablet, meglio aspettare del tempo in più che ricevere un aggiornamento pieno di bug, non credete?