rp_google-now-aggiornamento.jpgGoogle Now è il diretto concorrente del sistema Siri di Apple, non fosse altro che per il numero di installazioni in tutto il mondo. Come il suo concorrente, permette di gestire e controllare il proprio telefono cellulare con la sola voce. Ecco di cosa si tratta.
Sui dispositivi Nexus, ovvero quelli prodotti da Google, per attivare l’assistente vocale Google Now è sufficiente fare uno swipe (Jstri-sciare il dito”) verso destra. Verrà visualizzata così la pagina con le schede personali e, toccando il microfono, potremo impartire i comandi.
Su tutti gli altri smartphone Android è presente di default un widget sulla schermata principale che raffigura una barra di ricerca. Toccando sulla barra verrà eseguita una semplice ricerca tramite il motore di BigG, toccando invece il simbolo del microfono potremo usare Google Now.

Immaginiamo di essere a casa e vogliamo prendere la macchina per raggiungere un posto in cui non siamo mai stati: facile, attiviamo Google Now e diciamo, ad esempio, voglio andare a Roma. In automatico verrà calcolato il percorso ed avviato il navigatore integrato di Google.

Leggi anche:  Android o iOS? ecco i motivi per cui i consumatori scelgono l'uno o l'altro

Cosa è possibile fare con Google Now:

  • Ricercare qualunque cosa sul Web
  • Chiamare i contatti in rubrica (chiama mio fratello Enrico)
  • Consultare il meteo con le previsioni in tempo reale (che tempo farà?)
  • Chiedere informazioni su luoghi, paesaggi e distanze da percorrere in macchinala piedi ocoi mezzi pubblici
  • Usare un’interfaccia a schede con visualizzazione automatica degli interessi personali: cinema frequentati, locali dove abbiamo mangiato, indirizzo di casa o del lavoro, meteo ecc.
  • Accedere a info e curiosità, anche sportive (contro chi gioca il Milan la prossima settimana?)

[pb-app-box pname=’com.google.android.googlequicksearchbox’ name=’Ricerca Google’ theme=’discover’ lang=’it’]