Logo del Play Store

A quanti di voi sarà sicuramente capitato di aver acquistato un’app dal Play Store, per poi essere rimasti “delusi” e sentirsi raggirati da una descrizione non proprio in linea con il livello effettivo? ebbene sappiate che, attraverso un semplicissimo “trucchetto”, sarà possibile provare l’app a pagamento, senza alcun esborso di denaro. Vediamo come!

Nella nostra guida vi parleremo di due differenti metodi: i 15 minuti standard del Play Store o le 48 ore di prova “gratuita”. Ricordiamo comunque che quanto andremo ad elencare funziona solo ed esclusivamente con le app installate ufficialmente dal Play Store.

Provare l’app per 15 minuti

Questo è un metodo che, molto probabilmente, conoscerete già. Google nel cercare di offrire all’utente la migliore esperienza possibile, ha deciso di dare la possibilità di recedere dall’acquisto di un’app, entro 15 minuti dal pagamento. I passi sono pochi e semplici:

  • Acquistare normalmente l’app sul Play Store
  • Entro 15 minuti (dopo averla usata preferibilmente) tornate sul Play Store
  • Dirigetevi nella sezione menù -> le Mie Applicazioni
  • Selezionate l’app desiderata e cliccate Disinstalla -> Rimborso

E’ fondamentale che la richiesta venga effettuata entro i 15 minuti dall’acquisto effettivo, viceversa non sarà più possibile richiedere alcun rimborso. Google, se tutta la guida è stata seguita alla lettera, vi riconsegnerà il 100% della somma precedentemente pagata. Qui per la pagina ufficiale del Play Store in cui viene spiegato il metodo.

Leggi anche:  Scrivere più velocemente su WhatsApp grazie ad un semplice trucco

Testare le app a pagamento per 48 ore

Prima di iniziare a provare un’app a pagamento per un periodo superiore ai 15 minuti previsti al punto precedente, è assolutamente necessario che verifichiate di persona se l’app in questione rientra entro le condizioni del punto 3.4 del contratto che Google ha stretto con tutti gli sviluppatori Android.

Dopo essere sicuri di questo, vediamo come provarla gratuitamente:

Immagine_3_

  • Accendete il vostro Windows, Mac o Ubuntu e collegatevi al Play Store in versione web
  • Posizionatevi in menu -> le mie applicazioni e selezionate l’app specifica
  • Dopo averla cliccata, selezionate il tasto segnala un problema.
  • Si aprirà una pagina in cui è richiesto di riempire un form indicando i motivi per cui chiedete il rimborso
  • Indicateli ed attendete che Google convalidi il rimborso

E’ importante ricordare che il metodo qui indicato è completamente legale e perfettamente funzionante. Google infatti offre la possibilità all’utente di “ripensarci”, ma, giustamente richiede della motivazioni per un cambiamento così radicale nella scelta.

Se vi trovate in difficoltà o avete dei dubbi, siamo a completa disposizione.

via