IMG_1921

Kobo, nota azienda produttrice di eBook reader, nel corso del 2013, dopo aver riscosso un grande successo nella vendita dei propri device, iniziò a porsi qualche interrogativo in merito allo sbarco nel mondo Android con un tablet da 10 pollici HD. Da quest’idea nacque il Kobo Arc 10 HD, un dispositivo in grado di convogliare l’esperienza Kobo di lettura libri e la qualità di un sistema come quello del piccolo robottino verde. Quest’oggi, dopo aver testato per qualche giorno il device, e con un ringraziamento particolare a Kobo per averci fornito il materiale da recensire, siamo pronti a scrivere la recensione completa.

Estetica

IMG_1925

Tralasciando qualsiasi informazione riguardante il contenuto della confezione originale (per vedere il nostro unboxing cliccate qui), iniziamo a parlare dell’aspetto estetico del Kobo Arc 10 HD. La prima cosa che colpisce, indubbiamente è l’essere realizzato in plastica “anti-scivolo” (molto simile alla gomma), che vi darà una sensazione di sicurezza, ma anche una certa “morbidezza” del dispositivo. In effetti, a tenerlo tra le mani non pensereste mai che, se dovesse cadere, potrebbe andare in mille pezzi.

La forma è, ovviamente, rettangolare molto squadrata. L’azienda non ha pensato, a dispetto di molte altre realtà, di proporre un terminale con angoli arrotondati, sicuramente più portatile e molto meno spigoloso. Tuttavia, nonostante questo, da un punto di vista puramente estetico, il Kobo Arc 10 HD risulta essere veramente elegante, quasi unico nel suo genere.

Sulla parte anteriore è possibile trovare l’unica fotocamera e nessun tasto fisico (solamente on-screen ovvero non sporgenti dal device); viceversa, sulla parte posteriore non troviamo altro se non la sigla “Kobo” dell’azienda e due differenti altoparlanti. Gli unici pulsanti fisici sono stati posizionati sui bordi del tablet: superiormente il tasto per l’accensione/spegnimento (curiosa l’idea di inserirlo di color rosso in un device completamente nero), sul lato destro quelli relativi al controllo del volume e sul lato sinistro, invece, le prese jack da 3,5mm, mini-HDMI e micro-USB.

Le dimensioni, ovviamente, sono quelle di un normale tablet da 10 pollici, quindi 253 x 172 x 9,9 millimetri con un peso di 627 grammi (batteria inclusa non removibile). Indubbiamente il dispositivo risulta essere veramente accattivante dal punto di vista estetico, il colore nero e la plastica simil gomma gli danno sicuramente un aspetto “elegante” che difficilmente abbiamo potuto ammirare in altri device.

Hardware

Il Kobo Arc 10 HD presenta, ovviamente, un display da 10.1 pollici HD+ con risoluzione a 2560 x 1600 pixel e 300 ppi. La qualità dello schermo, sebbene abbia una risoluzione molto elevata, sarebbe potuta essere sicuramente migliore. Dai nostri test abbiamo notato che la luminosità ed i dettagli lasciano a desiderare, tanto che il riflesso del sole o di una lampadina, non viene sovrastato dalla luce emessa dal nostro display retro-illuminato. Per questo motivo non possiamo che sottolineare la discreta qualità dello schermo, ma sicuramente, considerate le altre specifiche tecniche, ci saremmo potuti aspettare qualcosa di meglio.

Proseguendo nell’analisi interna del tablet è possibile trovare la componente più attesa: CPU Nvidia Tegra 4 quad-core con frequenza di clock a 1.8 GHz. Al giorno d’oggi è difficile trovare dispositivi con all’interno il processore di casa Nvidia, per questo motivo ci siamo avvicinati con grande curiosità al Kobo Arc 10 HD e, dobbiamo ammetterlo, ne siamo rimasti davvero affascinati. La CPU risponde perfettamente a tutte le sollecitazioni e garantisce grande rapidità nella navigazione tra i menu, apertura delle applicazioni, esecuzioni elementari e così via. L’aspetto negativo? il gaming, accanto ad un processore così performante Kobo non è riuscita ad installare una GPU più che soddisfacente. Il risultato è palese, l’esecuzione di giochi in cui la richiesta di elaborazione è particolarmente alta non risulterà fluida come avremmo sperato. Ad esempio, avviando Asphalt 8, l’esperienza di gioco sarà tutt’altro che piacevole, l’applicazione andrà a scatti e molto probabilmente lo disinstalleremo immediatamente dal tablet.

La memoria interna è da 16 GB (non espandibile tramite microSD), 2 GB di RAM e completano tutte le specifiche la connettività di base (Wi-Fi e bluetooth).

Fotocamera

Kobo Arc 10 HD, a differenza della maggior parte dei tablet attualmente commercializzati sul mercato, non presenta una fotocamera posteriore, pertanto vi sarà impossibile utilizzarlo per scattare istantanee della vostra vita. Scelta difficile da comprendere, dati i tempi che corrono, ma più che accettabile se considerato che il prodotto è stato prevalentemente realizzato per leggere, navigare in rete e riprodurre video.

Leggi anche:  Recensione Huawei Mediapad M5 Lite: multimedialità a 360 gradi!

L’unico componente del comparto fotografico è la fotocamera anteriore da 1.3 megapixel. Sebbene non presenti un numero di pixel troppo elevato, per l’utilizzo richiesto, eventuali videochiamate tramite Skype (o software similari) e, se proprio, “selfie”, possiamo dire che la qualità è più che accettabile.

Naturalmente, se Kobo avesse deciso di integrare anche una componente posteriore, sicuramente avrebbe attirato maggiormente l’attenzione degli utenti.

Software

IMG_1938

A differenza degli altri produttori di eBook, l’azienda ha voluto porre le basi sul sistema operativo Android, in particolare la versione 4.2.2 Jelly Bean, per poi introdurre un’interfaccia completamente personalizzata. La schermata principale sarà praticamente identica a quella degli altri tablet Android, ma con l’unica differenza di un menù, posto sulla parte destra dello schermo, che vi mostrerà la vostra “situazione lettore”. In particolare sarà possibile visionare gli ultimi libri disponibili, una sorta di “lista dei desideri”, le letture iniziate e non ancora portate a termine, la connessione al Kobo Store e molto altro ancora.

Una personalizzazione di questo tipo non può che confermare la volontà di Kobo di realizzare un prodotto prevalentemente rivolto ad un pubblico il cui scopo principale fosse proprio quello di leggere con il tablet (ipotesi surrogata dalla presenza del Kobo Store, tramite il quale acquistare i libri). Utile, almeno sotto questo punto di vista, la presenza anche di una particolare modalità, chiamata “modalità lettura”, che, una volta accesa, provvederà ad avviare il risparmio energetico, spegnere il wi-fi e regolare la luminosità, giusto per non disturbarvi.

Di base, oltre alle personalizzazioni di casa Kobo, è possibile anche trovare pre-installate tutte le Google Apps: Chrome, Gmail, Google+, Ricerca Google, Maps, Play Edicola, Play Games, Play Books, Play Movies, Play Music, Play Store e YouTube.

Considerando che il tablet è commercializzato nella sola versione a 16 GB e non è presente lo slot per la microSD, particolarmente importante risulta essere lo spazio effettivamente a disposizione. Stando a quanto mostrato nella relativa sezione, il Kobo Arc 10 HD, senza aver installato personalmente alcuna app, presenta circa 13,01 GB di spazio libero.

Batteria

L’ultima caratteristica fondamentale per un qualsiasi dispositivo elettronico è la durata della batteria. Il componente, non removibile come in tutti i tablet, ha dimostrato di essere abbastanza performante. Dai test effettuati tramite un utilizzo intensivo del Kobo Arc 10 HD (wi-fi sempre connesso, notifiche push attive, gaming mobile e navigazione in rete), la batteria è riuscita a garantire la propria carica per circa 24 ore (ovvero un giorno e mezzo di utilizzo effettivo).

Naturalmente l’utente più esigente non sarà soddisfatto, ma pensare che la maggior parte dei device percorre almeno un ciclo di ricarica completo al giorno, del Kobo Arc 10 HD possiamo essere abbastanza soddisfatti.

Conclusioni

Il dispositivo recensito è buono, ma niente di eccezionale. Da un punto di vista puramente tecnico, quindi valutando le specifiche tecniche, sul mercato esistono dispositivi che, allo stesso prezzo, possono garantire prestazioni superiori. Il Tegra 4 è sicuramente un eccellente processore, ma se accoppiato ad una GPU non all’altezza, il risultato sarà tutt’altro che piacevole. Il display installato è buono, la risoluzione è elevata (complice anche la dimensione dello schermo stesso), ma i ppi sono forse troppo pochi.

Riassumendo, gli aspetti positivi sono:

  • Ottima propensione verso la lettura con “modalità lettura” ed interfaccia personalizzata
  • Buona batteria in grado di garantire 24 ore di utilizzo continuativo

Gli aspetti negativi, invece:

  • Assente la possibilità di espandere la memoria tramite microSD
  • Processore non troppo performante nell’esecuzione di giochi
  • Display non eccezionale

Il Kobo Arc 10 HD è un prodotto da consigliare solamente a quegli utenti che sono alla ricerca di un tablet per leggere, navigare in rete, riprodurre contenuti multimediali e, se proprio, giocare con i titoli più elementari. Il voto complessivo della nostra recensione è 7,5.

Di seguito la videoreview.