GoogleStreetViewCar_Subaru_Impreza_at_Google_Campus

Pare proprio che ogni paese Europeo stia avviando cause giudiziarie contro Google per aver infranto la privacy dei propri utenti con Street View. Oggi è il turno dell’Italia, che ha chiesto il risarcimento di 1,4 milioni di dollari (circa 1 milione di euro) per aver realizzato mappe senza rendere ben riconoscibili gli strumenti che stava usando. La multa è stata comminata dal Garante per la Privacy dopo aver visionato da vicino l’attività di Google nella realizzazione delle Mappe per Street View nel 2010.

Nel corso del suddetto anno, le Google Car (le macchine tramite le quali l’azienda ha segnalato tutte le strade) hanno percorso tutta la Penisola, registrando moltissimi dati. Il motivo della multa, secondo il Garante almeno, è che le macchine di Google non erano facilmente identificabili, non offrendo quindi la possibilità agli utenti di sottrarsi alla registrazione.

Da un punto di vista prettamente teorico, quindi, ognuno di noi potrebbe essere stato “registrato”; questa, secondo la legge, è una vera e propria violazione della privacy.

Il Garante, infatti, ha preso questa decisione dopo aver ricevuto numerose lamentele da parte dei cittadini, comminando appunto una multa da oltre 1 milione di euro.

Pensate sia giusto?

via