Logo Amazon In questo articolo di pochissimi giorni fa, avevamo notato come il più famoso store online del mondo, Amazon, avesse inviato degli inviti per una presentazione di un “nuovo grande dispositivo” che sarebbe stato presentato il 2 aprile, vale a dire oggi.Ed infatti oggi, puntuale come le sue spedizioni, la presentazione (che si è tenuta a New York) non si è fatta attendere ed ha messo sotto alla luce dei riflettori la sua nuova creatura. Si chiama Fire TV e dal nome è facilmente intuibile capire di cosa stiamo parlando: si tratta infatti di un TV Box con a bordo il sistema operativo Android e da interfacciare logicamente ad un televisore attraverso un cavo HDMI. amazontv Ma il gioiellino di Amazon non si ferma qui. E’ infatti equipaggiato da un processore quad core, oltre che da 2GB di RAM e con svariate porte per connetterlo al web ed alla TV in maniera ottimale, tra cui anche una porta USB, un ingresso per il cavo ottico per trasferire l’audio ed un ingresso Ethernet. Amazon FireTV Non è insomma da scartare, anzi conoscendo il produttore ed i suoi notori prezzi quasi sempre vantaggiosi, ci aspettiamo una spietata concorrenza nei confronti di tutti quei dispositivi simili a questo ed anch’essi basati su Android, dispositivi che recentemente stanno aumentando a dismisura per via dell’enorme domanda per quanto riguarda l’utenza che chiede di poter trasformare una “vecchia TV” in una Smart TV senza necessariamente cambiarla e non spendendo molto. Sotto questo punto di vista il Box di Amazon non delude. Interfaccia molto intuitiva e principalmente basata su uno store di contenuti digitali (naturalmente di Amazon) con un’infinità di video e brani musicali, tutti rappresentati dalle loro relative copertine; ma ci saranno senza dubbio molte altre caratteristiche, al momento non rivelate durante la demo tenuta a New York nella giornata di oggi, giornata che però ha sicuramente sottolineato la fluidità del sistema sull’interfaccia sviluppata da Amazon. Infatti durante l’intero tempo della presentazione, non si è avuto nemmeno il più piccolo lag, così come non c’è stato alcun blocco del sistema ed ogni azione richiesta, sia in termini di velocità di connessione che dal punto di vista di velocità di calcolo, è stata svolta dal box in maniera perfetta ed immediata. Sicuramente, a mio avviso, per chi cerca un minimo di performance è ancora preferibile possedere un HTPC piuttosto che un mini PC tra quelli attualmente presenti sul mercato, ma Amazon potrebbe stupirci con il suo box, le cui potenzialità sono comunque molto alte, come dimostrato durante la stessa presentazione. Staremo a vedere come si comporta questa new-entry nel mondo della tecnologia, ma per il momento non possiamo far altro che attendere i prezzi ufficiali in Italia (in USA è da oggi in vendita una cifra decisamente abbordabile di soli 99$) oltre alla possibilità di vedere probabilmente molteplici versioni di questo box, con caratteristiche tecniche differenti, ma una cosa è certa: molti di noi già sognano di averne uno sotto alla TV. [via]