LG-G-Flex-flessibilità

Lg attraverso la voce del Dott. Ramchan Woo, ha dichiarato: ” Ci siamo annoiati del design piatto“.Queste parole ci fanno intuire che la produzione del Flex G non è un caso isolato ma verranno prodotti altri esemplari di smartphone a display curvo.

LG G Flex non offre solo un semplice design curvo, la forma del dispositivo si adatta meglio alle curve del viso dell’utente. Durante la progettazione del Flex, LG ha scoperto che la costruzione di un pannello richiede più di uno schermo, l’elemento dominante è la batteria che deve adattarsi alla forma del device e quindi essere anch’essa curva:  ” Senza la batteria, non possiamo fare il telefono ” dichiara il dirigente.

Il design “Stack & Folding” ha consentito ad LG di inserire una robusta cella da 3500 mAh nel dispositivo il quale può raddrizzarsi e poi ritornare nella sua forma sinuosa. Tale prova è stata ripetuta più di 100 volte senza danni permanenti al telefono. 

Per la progettazione del Flex G , l’azienda coreana ha impiegato tre anni per studiare tutte le fasi della produzione e rendere reale il prototipo, ma dopo lo scoglio iniziale probabilmente i modelli futuri verranno rilasciati in tempi più brevi.

Leggi anche:  LG V40 ThinQ: trapelati ulteriori render dello smartphone tramite un video

Il Dott. Woo dichiara che dopo i display curvi arriveranno anche quelli pieghevoli e nel 2018 il 40 % degli smartphone sarà dotato di questa tecnologia.

Che i display curvi stessero diventando un elemento importante per l’innovazione delle aziende operanti nel settore si era capito, e a quanto pare le parole di Lg lo confermano. Si deve considerare però che sia il Flex G che il Samsung Round non sono stati testati da noi consumatori, quindi bisognerà stare attenti alle loro reazioni. Saremo conquistati dalle morbide curve di questi smartphone?

[Via]