Santa-Claus-Weihnachtsmann-Notebook_iStock-Kmonroe2_000021727973Medium

Il periodo natalizio si avvicina sempre più ma la festività natalizia non è caratterizzata solo da addobbi e regali, ma anche da innumerevoli truffe svelate dalla società di sicurezza online McAfee.

Questo periodo rappresenta infatti una grande opportunità per i criminali informatici che cercano di approfittare dei consumatori tramite delle furbe truffe a tema natalizio. Sono infatti sempre più gli utenti che utilizzano smartphone e tablet per lo shopping natalizio, e i criminali informatici stanno prendendo di mira gli utenti mobili con truffe progettate per rubare informazioni personali, guadagnare denaro in maniera veloce, e diffondere software dannosi.

Ecco le 12 truffe di Natale 2013 rivelate da McAfee:

1) Applicazioni mobili dannose

Sono molti i software che vengono realizzati con delle sembianze come le app ufficiali, per lo shopping natalizio, che potrebbero essere molto dannosi, essendo progettati per rubare o inviare i dati personali. Un recente rapporto di McAfee ha identificato una nuova famiglia di malware mobili che permettono ad un criminale informatico per aggirare la firma digitale necessaria per convalidare applicazioni su dispositivi Android.

2) Truffe mobili ed SMS a pagamento

Si è diffuso facilmente un codice maligno noto come FakeInstaller che può far pensare agli utenti Android che sia un programma di installazione legittima di un’applicazione ma questo in realtà finisce per prendere rapidamente accesso senza restrizioni agli smartphone, e inviare così messaggi SMS a numeri con tariffa maggiorata senza il consenso dell’utente. Senza dubbio i telefoni Android saranno popolari questo Natale, quindi i consumatori dovrebbero includere nel loro dono un software di sicurezza adeguato.

3) Truffe sui regali di Natale

Sono molti gli annunci che offrono tariffe vantaggiosissime su articoli richiestissimi come Playstation 4 e Xbox, ma che si rivelano delle vere e proprie truffe su Facebook. Truffatori intelligenti postano link pericolosi e concorsi fasulli su siti di social media per invogliare gli utenti a rivelare informazioni personali o scaricare malware sui propri dispositivi.

4) Truffe su viaggi stagionali

Falsi annunci pubblicitari su offerte turistica e le notifiche sono molto comuni, come lo sono gli hacker in attesa di rubare la vostra identità all’arrivo.

5) Pericolosi saluti stagionali

Molte sono le persone che amano mandare delle e-cards stagionali per augurare “Buone Feste” ai propri utenti ma finiscono poi per scaricare pericolosi malware come un trojan o altri virus dopo aver cliccato su un link o aperto un allegato.

Leggi anche:  Malware diffuso su Windows e Linux: scandalo per un noto Media Player

6) Ingannevoli giochi online

Molti siti che offrono per il download la versione completa di giochi come Grand Theft Auto, che sono spesso falsi e carichi di malware.

7) Avvisi di spedizione fasulli

Le notifiche di trasporto possono sembrare provenire realmente da un servizio di mailing che vi avverte di un aggiornamento sulla spedizione, quando in realtà, sono delle truffe che riportano malware e altri software dannosi progettati per infettare computer e altri dispositivi.

8) Finte carte regalo e pacchetti regalo

Per le feste, le carte regalo possono essere promosse tramite annunci ingannevoli, in particolare su Facebook, Twitter o altri siti sociali, che pretendono di offrire carte regalo per un hotel di lusso o pacchetti regalo e possono indurre i consumatori ad acquistare pacchi regalo fasulli online.

9) Truffe su carte di credito

Durante le vacanze, spesso i truffatori si presentano come banche o società di carte di credito si chiede di confermare le informazioni per “motivi di sicurezza”.

10) Falsa beneficenza

Donare in beneficenza è comune in questo periodo dell’anno per molti che cercano di aiutare i meno fortunati. Tuttavia, i criminali informatici possono giocare su questa generosità, soprattutto in occasione di eventi di calamità naturali, e creare siti fasulli di beneficenza e donazioni.

11) Truffe romantiche

Il Natale è una delle feste nella quale si sente maggiormente il bisogno di sentire l’amore di una persona al proprio fianco. Molti sono quindi coloro che ricorrono ai siti di incontri, anche se può essere difficile sapere esattamente chi è la persona che si cela dietro lo schermo. Molti messaggi inviati da un amico online possono includere attacchi di phishing, in cui la persona accede alle vostre informazioni personali quali nomi utente, password e dati della carta di credito.

12) Falsi venditori online

Non sempre lo shopping online finisce per rivelarsi conveniente, quando le persone che intendono fare acquisti online si trovano ad avere a che fare con truffatori che creano falsi siti di e-commerce per rubare soldi e dati personali. Nel mese di ottobre di quest’anno, è stato rivelato che uno su cinque consumatori alla ricerca di un affare on-line è stato ingannato dai siti di vendita al dettaglio falsi.

Quindi godetevi questo Natale ma, come sempre, occhi aperti!

[Via]