facebook-android-630x307

Sta per arrivare un’esperienza del tutto nuova per gli utenti di Facebook, che grazie all’aggiornamento alla versione 4.0 del popolare social network potranno cambiare completamente la lockscreen dei propri device.

Facebook è una delle applicazioni che vedrà un netto rinnovamento molto presto, a quanto pare.
Durante il fine settimana, sono trapelate online delle informazioni su una nuova interfaccia utente per l’applicazione Facebook 4.0 per Android, grazie a delle build di prova che sono state rilasciate agli utenti del programma beta. L’applicazione sarà disponibile con una interfaccia piatta e pulsanti riposizionati, e porterà alcune modifiche anche a Facebook Home, per i dispositivi che supportano la funzione.

Secondo TheDemon7x, membro del forum, XDA-Developers, anche la build di test di Firefox 4.0 faceva riferimento alle modifiche dovrebbero influenzare la lockscreen di Facebook Home. Si dice che Facebook abbia realizzato questa lockscreen con il supporto al launcher stock KitKat GEL, e non per Facebook Home, e abbia poi aggiunto il supporto a tante altre applicazioni, non solo il popolare client di social networking. Come riporta PhoneArena, con questi cambiamenti gli utenti possono ricevere aggiornamenti da servizi come Instagram, Pinterest, Tumblr e Flickr, che faranno la loro comparsa direttamente tra i feed.

Leggi anche:  Facebook sta per lanciare, dopo Instagram, le Stories Ads

La lockscreen personalizzata può essere attivata andando nelle “Impostazioni Applicazioni”, dove si trova la versione di prova di Facebook 4.0, e cambiando le impostazioni per Facebook Home (che non appariranno su tutti i dispositivi, a quanto pare). Appena la funzione è stata attivata, gli utenti saranno in grado di strisciare a sinistra sulla lockscreen per accedere alla fotocamera, scorrere verso il basso per sbloccare lo smartphone / tablet, o strisciare a destra per i feed di copertina. Inoltre, gli utenti saranno inoltre in grado di accedere ai comandi per la musica da questa schermata personalizzata, essendo anche in grado di impostare la quantità massima di dati da utilizzare.

Ecco di seguito un video dimostrativo:

[Via]