samsung

Proprio ieri abbiamo parlato di un argomento che ha destato tra gli utenti una certa perplessità, stiamo parlando del blocco regionale che i fortunati acquirenti di Galaxy Note III si sono ritrovati sul proprio terminali avvertiti da un adesivo sulla scatola.

Samsung adesso sembra intenzionata, e apparentemente senza una spiegabile ragione, ad applicare il blocco regionale su tutti i suoi terminali. La nuova politica dell’azienda coreana sarà adottata su tutti gli smartphone prodotti dopo il mese di Luglio 2013 compresi i telefoni più datati.

Da una nota di un sito tedesco arriva infatti la conferma che il blocco riguarderà anche tutti i nuovi Galaxy SII, Galaxy SIII, Galaxy S4, Galaxy S4 Mini e, come già detto, Galaxy Note III. In pratica tutti i telefoni più venduti e più utilizzati avranno questo fastidioso blocco regionale e anche se le aree di interesse saranno piuttosto grandi rimane comunque un grosso limite per chi viaggia spesso o vuole acquistare il telefono in America per esempio.

Leggi anche:  Galaxy F, le due dimensioni dello schermo pieghevole di Samsung

Unico modo per “aggirare” il sistema sembra essere acquistare il telefono ma non attivarlo con nessuna SIM ma portarlo in un centro assistenza e farselo modificare per la regione in cui si desidera utilizzarlo, naturalmente poi rimarrà bloccato su quella regione e questo quindi vale solo per chi acquista uno smartphone all’estero e vuole per esempio utilizzarlo in Italia o in tutta Europa. Naturalmente questo metodo comporterà un costo per l’utente.

Ancora è sconosciuta questa scelta di Samsung visto che per esempio i terminali Asiatici non avranno nessun blocco regionale e attendiamo dunque una spiegazione ufficiale per questa strana politica limitante per molti utenti.

[via]