scatolone_apple_mele

Non è stata sicuramente una bella sorpresa quella di una ragazza australiana che, dopo aver comprato online due iPhone, si è vista arrivare a casa un pacco contenente tutt’altro.

Sicuramente questa storia realmente accaduta qualche giorno fa resterà di insegnamento a tutti coloro che, nell’effettuare acquisti su Internet, non pongono troppa attenzione su cosa comprano e, soprattutto, con chi trattano.

In Australia, a Brisbane, una giovane ragazza ha infatti subito una pesante truffa online. La ragazza, dopo aver acquistato in rete, tramite un importante sito di annunci, due iPhone, si è ritrovata vittimi di una terribile burla. Anziché ricevere gli attesi smartphone Apple si è ritrovata invece con due vere mele (“apples”, in inglese).

La notizia potrebbe sembrare una bufala, ma proviene invece da un rapporto della polizia di South Brisbane,ed è stata inoltre commentata dal sito di annunci Gumtree, da cui è partita la transazione. La 21enne ha inserito un annuncio sul sito in questione per acquistare degli iPhone e, dopo essere stata contattata da un’altra utente, ha portato a termine l’acquisto con quest’ultima incontrandosi in un fast-food della zona e pagando alla fruttivendola (ops, venditrice) circa 1500 dollari australiani (poco più di 1.000 euro). Solo una volta tornata a casa si sarebbe accorta che le scatole non contenevano due Apple iPhone ma due vere mele.

Leggi anche:  Ryanair: da novembre tutti i bagagli saranno a pagamento

Una disattenzione costata non poco alla giovane, ma che sicuramente può esserci utile da lezione. Mai fidarsi troppo, specie su Internet!

[Via]