feat-speed

 

Chi di noi, durante la navigazione su Internet, non ha mai attivato l’utilissima modalità di navigazione in incognito? Questa pare sarà nuovamente disponibile su Android, e nuove rivelazioni arrivano anche sui prossimi Nexus.

La dichiarazione arriva da Sundar Pichai di Android, che controlla anche la divisione Chrome, durante la conferenza D11 di questa settimana. Egli ha rivelato che una “Guest Mode” (modalità ospite) potrebbe essere resa disponibile per le versioni future di Android. Fa parte infatti degli sforzi di Google di portare maggiore privacy, come avviene su Chrome, sulla piattaforma mobile.

“Quando abbiamo creato Chrome, abbiamo fatto una modalità completa in incognito“, ha detto. “Questo è un esempio. Ma noi vogliamo più cose del genere. Ci sono un sacco di cose dal punto di vista della sicurezza, da una prospettiva di bambini e genitori. Non c’è motivo per cui non possiamo fare qualcos’altro simile all’account guest su Android.”

Pichai afferma inoltre che Google non vuole ostentare il controllo contro gli ODM, in quanto Android è una piattaforma aperta. Pichai ha infatti detto che Google vuole solo un senso di comunanza, quando gli utenti cambiano telefono. Queste scelte rimarcano molto la politica di Apple, che però viene accusata di avere pochi prodotti. Google invece sta lavorando con la collaborazione di partner che gli permetteranno così di portare avanti l’hardware dei Nexus.

“Effettivamente dobbiamo molto del nostro successo di Android a quello che loro [dei partner come Samsung e HTC] hanno fatto”, ha detto. “La stragrande maggioranza dei loro telefoni sono basati su Android, quindi vedo un rapporto piuttosto simbiotico, e abbiamo intenzione di mantenerlo in questo modo. Guardate Intel e Microsoft, hanno collaborato per molti anni.”

Google non smette quindi di guardare avanti! E noi continuiamo a seguire la direzione del suo sguardo!

[Via]

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”