HOMESYNC_1

A quanto pare Ouya sta già creando polemiche relative alla sua compatibilità solo con i giochi scaricati dal proprio store e non con quelli del Play Store di Google pur essendo basato su Android, però, sembra aver segnato il passo.

Infatti, anche Samsung si prepara a lanciare Homesync presentato a febbraio al MWC. Anche se si presenta come un dispositivo per archiviare e trasferire contenuti multimediali da e verso dispositivi Galaxy, HomeSync potrebbe essere utilizzato come dispositivo autonomo. Ma può il media streamer avere anche il ruolo di una console di gioco basata su Android?

HomeSync è alimentato da un processore Exynos dual-core da 1.7GHz, sul quale gira Android Jelly Bean e, soprattutto, porta il supporto per Samsung Apps, che è proprio l’app store di Samsung e Google Play Store. In breve, la maggior parte dei vostri giochi e applicazioni acquistate può essere installato e utilizzato su uno schermo più grande. Si può utilizzare o meno l’HDD da 1 TB, ma il dispositivo può sicuramente trarre vantaggio dagli 8GB eMMC di memoria integrata.

HomeSync integra il Bluetooth, il che significa che il controller Bluetooth dovrebbe funzionare bene, compreso, probabilmente, anche il game pad.

Samsung ha anche confermato, le porte USB 3.0 sull’HomeSync che potrebbero essere utilizzate per collegare una tastiera e/o un mouse e sta anche lavorando per espandere la funzionalità “telecomando” per i dispositivi non-Galaxy, che dovrebbe essere disponibile tramite un app.

HomeSync può tecnicamente funzionare come una console di gioco basata su Android, ma un ostacolo potrebbe essere il prezzo. Non solo l’utente dovrà investire in un controller, ma anche l’HomeSync, che data la grande capacità di memoria e una completa esperienza Android che offre, potrebbe avere un prezzo di circa $ 200.

via