intel-lava-xolo-x900-190412

 

In trepidante attesa del lancio ufficiale del Galaxy S4, in India sta per debuttare il nuovissimo smartphone prodotto da Xolo, e dotato del velocissimo processore Intel.

Manca solo qualche giorno all’evento tanto sbandierato da Samsung che si terrà a New York, dove verrà presentanto il Galaxy S4. Ma nel frattempo, dall’altra parte del mondo, a Goa in India, Xolo ha svelato ufficialmente l’arrivo del successore del suo X900, il suo primo cellulare di gamma “premium“, e il primo smartphone con processore Intel Atomda 1.6 GHz. Questa CPU apparteneva alla serie Medfield dei processori Intel.

Adesso si prevede invece che questo nuovo dispositivo, ancora innominato, sarà dotato di un chip di silicio della nuova linea di CPU Trail Clover +. I processori saranno disponibili in tre tarature: da 2,0 GHz (Z2580), 1.6GHz (Z2560) e 1.2GHz (Z2520). Il chip Trail Clover + supporta la modalità full HD e HSPA, ma non LTE. Ma, essendo destinato al mercato indiano, non sarebbe una grande perdita.

Sul fronte grafico, la nuova CPU Intel ha due GPU PowerVR SGX 544MP2, quindi le prestazioni grafiche dovrebbero essere niente male. Il Trailer Clover + supporta anche una fotocamera da 2 megapixel nella parte anteriore e fino a 16MP per la fotocamera principale. Intel sostiene che la CPU può supportare fino a 15 fotogrammi al secondo quando la fotocamera è in modalità burst. 

Per quanto riguarda il prossimo dispositivo la stampa rivela che sarà “lo smartphone più veloce mai esistito con Intel Inside“. Vedremo cosa sarà capace di fare questo nuovo smartphone!

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”