Android-5.0-Key-Lime-Pie-release-date-400x250

 

Molti utenti ancora fremono, nell’attesa dell’aggiornamenteo ad Android Jelly Bean. Ma Google potrebbe essere già al lavoro sulla prossima versione, Android 5.0 Key Lime Pie.

Le speculazioni al riguardo vengono, infatti, spontanee dal momento che sono stati rilevati alcuni dati interessanti sul lavoro che sta svolgendo attualmente Google.

Google sembra infatti stia portando avanti la sperimentazione della versione 3.8 del kernel Linux, in quanto il suddetto codice è stato trovato nel repository dell’azienda. Questo potrebbe essere un segnale molto importante, dal momento che Android Jelly Bean 4.2.2 esegue, invece, la versione 3.4 del kernel.

Questa nuova versione di kernel presenterebbe notevoli differenze rispetto alla precedente! Per cominciare, questa versione include più codici relativi ad Android , compreso il supporto driver per unità NVIDIA Tegra, e progressi in codice per Samsung Exynos DRM. Altrettanto importante è l’utilizzo di una memoria inferiore, elemento molto importante per la telefonia mobile, in cui la memoria è più limitata rispetto ai pc desktop e ai computer portatili. Infine, il file di sistema Samsung F2FS è stato fuso nel kernel. Esso rappresenta un file system che viene ritenuto molto predisposto al flash.

Attualmente Google è in piena “fase sperimentale”, su questo kernel, forse in funzione di un suo utilizzo all’interno della nuova versione di Android 5.0 Key Lime Pie. Per il momento, comunque, non si sa nulla di ufficiale per cui per maggiori dettagli su questa particolare versione di Android ci toccherà aspettare fino al Google I / O di questa estate.

 

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”