android-4.2.2-aosp

Ancora una volta il team di CyanogenMod non delude gli utenti rispondendo immediatamente alla nuova realease di Android 4.2.2, facendo capire l’attenzione e la cura con cui svolge il proprio lavoro.

Attraverso la propia pagina di Google+, il team CyanogenMod comunica infatti, rassicurando gli utenti assetati di aggiornamenti, di essere già al lavoro sulla base della rom 4.2.2 che sarà utilizzata come punto di partenza per le prossime rom su tutti i dispositivi supportati.

Riportiamo le parole esatte del portavoce:
“Nonostante si possa pensare ad una minor release il changelog è risultato decisamente lungo, siamo quindi già impegnati con gli stessi principi delle precedenti versioni di Jelly Bean confermandovi come tutto sia ancora gestibile. Dopo aver messo a nudo la versione AOSP della ROM abbiamo già registrato i primi conflitti, dovremo quindi lavorarci su.”

Il team Cyano quindi è già a lavoro per risolvere le prime problematiche e conflitti nati dalle modifiche apportate da Google alla rom che ci comunica tramite Google+ e che noi riportiamo qui di seguito.

  • Conflitti tra le traduzioni.
  • Sorgenti del kernel assenti e mancata comunicazione sulle mailing list.
  • Importanti modifiche hardware che possono variare da un dispositivo all’altro.

Gli amanti della CyanogenMod dovranno quindi ancora avere un pò di pazienza per vedere la rom installata sul proprio terminale però il team ci sta già lavorando quindi non possiamo che aspettare con impazienza la prima nightly.

E voi non state fremendo per l’arrivo di Android 4.2.2 anche sul vostro device?

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”