La guerra digitale più famosa degli ultimi anni vede la dicitura “The End” ancora molto lontana. La battaglia che ha avuto come protagonista il brevetto del “pinch to zoom” può essere riaperta.

Nella battaglia legale che poco tempo fa ha visto protagoniste le due aziende Apple e Samsung c’era un punto relativo al brevetto del “pinch to zoom“, un punto che era parte costituente di quella famigerata controversia vinta dalla casa di Cupertino che ha costretto l’azienda sudcoreana a sborsare 1,05 miliardi di dollari ( si sono sprecate leggende sulla modalità di pagamento da parte della Samsung ).

Adesso però, alla luce di un ultimo avvenimento ci potrebbe essere una clamorosa revisione. Infatti arrivano cattive notizie per il colosso Apple, il “Patent and Trademark Office” americano che corrisponde al nostro ufficio brevetti, ha giudicato il “pinch to zoom” un brevetto non valido e che quindi può cambiare in modo rigoroso l’esito di questa famosa battaglia.

Leggi anche:  Spotify vuole svoltare e tenta la collaborazione con Samsung

Piove sul bagnato quindi per l’azienda di Cupertino che dopo aver subito un bel calo sulle quote di mercato nell’anno 2012, rischia di dover tornare in campo legale per uno scontro vinto in maniera abbastanza discussa.