transparent-phone-1-jpg

 

Gli sviluppi nella tecnologia non si fermano mai, e l’innovazione adesso potrebbe essere rappresentata da uno smartphone completamente trasparente.

L’azienda cinese Polytron Technologies, nella strenua ricerca dell’innovazione da sfruttare per soppiantare i concorrenti, ha pensato bene di sviluppare un’idea rivoluzionaria di uno smartphone completamente trasparente.

La taiwanese Polytron Technologies sarebbe infatti al lavoro per presentare un innovativo prototipo, di uno smartphone assolutamente trasparente. Naturalmente, ora come ora non è possibile dire se il progetto dell’azienda avrù un seguito, dal momento che i benefici del telefono cellulare trasparente attualmente non sono molto chiari. Esso rappresenta comunque un’ondata innovativa che non fa mai male!

Come si può vedere dalle immagini che circolano in rete, il  prototipo del dispositivo è quasi completamente trasparente, infatti il solo materiale visibile è il bordo, il chip, la scheda di memoria e la fotocamera. Il telefono in questione, nonostante la trasparenza, avrebbe tutte le funzionalità ormai tanto comuni quanto essenziali negli smartphone. Il resto è solo un pezzo di vetro con un piccolo touchscreen (anch’esso trasparente) posizionato al centro.

Secondo Polytron, tali dispositivi potrebbero essere disponibili entro la fine del 2013, cosa che sembra alquanto improbabile dal momento che il progetto al momento è ancora nella fase iniziale.

In definitiva, non sappiamo quanto potrà realmente essere utile un device del tutto trasparente, ma l’innovazione è rappresentata esattamente da questa strana roba futuristica. Per cui l’unica cosa da fare per il momento è attendere di vederne gli sviluppi!

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”