google-play-apps-projection-1200x530-jpg-640x282

 

L’incredibile diffusione del sistema operativo Android ha portato, di conseguenza, ad un aumento in concomitanza delle app proposte su Google Play, lo store ufficiale.

Chiunque possieda uno smartphone o un tablet dotato di sistema operativo non può non aver mai effettuato l’accesso sul Play store per scaricare qualche applicazione.

La scelta è infatti praticamente illimitata, e si dispiana tra le sue diverse sezioni, quali: Comunicazioni, Finanza, Fotografia, Fumetti, Intrattenimento, Istruzione, Lavoro, Librerie e demo, Libri e consultazione, Medicina, Meteo, Multimedia e video, Musica e audio, Notizie e riviste, Personalizzazione, Produttività, Salute e fitness, Sfondi animati, Shopping, Sociale, Sport, Stile di vita, Strumenti, Trasporti, Viaggi e info locali, Widget.

Secondo una ricerca condotta dal blog di tecnologia The Sociable, il trend attuale mostrato dalle app dello store, in continua crescita, risulta continuare in questo senso anche nei prossimi mesi, fino ad arrivare al raggiungimento della quota 1 milione di applicazioni per Giugno 2013.

Questa intensa crescita sarebbe senz’altro stimolata dalla politica di Google, che nell’imporre regole per la pubblicazione e nel concedere il caricamento, cerca di garantire semplicità e facilità agli sviluppatori.

E’ quindi molto probabile che l’andamento effettivo ricalchi quello previsto, aprendo ancora di più a noi utenti quel ventaglio infinito di applicazioni che è Android.

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”