No-Instagram

 

Un cambiamento che ha creato molto scalpore e rabbia negli utenti di Instagram, che a partire dal prossimo anno potrà vendere le foto caricate dagli utenti.

L’applicazione recentemente acquisita da Facebook, infatti, dal 16 gennaio prossimo, in seguito ad una modifica ai Termini d’uso, potrà rivendere le foto degli utenti senza bisogno di permessi e senza ricompense.

Instagram potrà:

  • Trasmettere le informazioni degli utenti a Facebook, società affiliate e inserzionisti.
  • Utilizzare le foto per la pubblicità seguendo il modello delle notizie sponsorizzate di Facebook (anche una persona senza un profilo Instagram potrebbe trovarsi dentro un’inserzione, se fosse presente nella foto di un amico, scelta come pubblicità)
  • Non specificare che un dato elemento sul sito è un’inserzione pubblicitaria.
  • Considerare l’utilizzo del servizio come accettazione implicita delle condizioni, dando come unica alternativa la cancellazione dell’account.
Leggi anche:  Instagram utilizzato da hacker per vendere profili violati di Fortnite

 

Il risultato è stato un gran fervore in rete, dove si sta diffondendo una protesta di massa contro Mark Zuckerberg. Molti sono infatti gli utenti che, su Twitter o su Instagram stesso, tramite foto, sottolineano il loro disappunto e dichiarano di voler procedere alla cancellazione dell’account.

La società si difende, indicando i cambiamenti come atti a ribadire la proprietà delle foto, ma gli utenti non sono per niente d’accordo con questa manovra.

E voi come reagirete? Continuerete a utilizzare il programma?