Con la diffusione degli Smartphone, sono nate molte applicazioni come WhatsApp, Skype, Viber, Tango che offrono servizi di messaggistica richiedendo solo la connessione internet.

Un bel risparmio per gli utenti, i quali hanno visto addirittura dimezzare l’uso degli sms ad appannaggio dell’utilizzo di questi programmi completamente gratuiti.

Gli SMS fino a qualche anno fa rappresentavano essere una fetta importante degli introiti degli operatori, oggi con il sorgere di tali applicazioni le tendenze sono cambiate.  Secondo la società di analisi Ovum, sembra che l’uso di piattaforme di messaggistica istantanee, come Whatsapp, Facebook, Viber, Messenger, hanno portato una perdita per gli operatori mobili pari a 17,7 miliardi di euro in un anno. Va ricordato che tali servizi includono anche l’invio e la ricezione di foto e di chiamate.

Ecco brevemente quanti messaggi vengono inviati con le diverse applicazioni:

  • Whatsapp 10 miliardi di messaggi al giorno
  • Skype oltre 40 milioni di utenti online
  • Facebook 1 miliardo di utenti iscritti

 

Vincenzo
Sono uno studente di Economia, classe 1988. Da sempre sono appassionato di tecnologia e in particolar modo sono un fan di Android. Il mio primo Smartphone Android è stato il Sony Xperia P, dal giorno in cui ho avuto questo dispositivo tra le mani sono rimasto estasiato dalla miniera di risorse offerta da Android ed è per questo che seguo sempre da vicino le vicende riguardanti il mondo di Android. Mi cimento a capire e a sfruttare le innumerevoli risorse che il mio Smartphone mi offre. Inoltre mi piace informarmi e tenermi aggiornato su tutto ciò che riguarda la tecnologia in generale. Svolgo il ruolo di articolista/blogger dall’ Agosto 2012, prima di entrar a far parte di Tecnoandroid.it ho collaborato per altri siti sempre attinenti a questo tema. Mi piace dialogare con le persone e dare consigli su ciò che è l’elettronica in generale.