Questa è una piccola riflessione sull’evoluzione dei processori negli smartphone, incentrata soprattutto sui nuovi quadcore.

All’incirca un anno fa, quando vennero presentati i dual core, mi accorsi della loro reale utilità:

  • Navigazione web eccelsa
  • Gestione video a 1080p, invece di 720p per i single-core
  • Videogame 3D molto impegnativi

Infatti, utilizzando qualche volta il GalaxySII ho notato il salto di qualità, e ancor di più con il mio Galaxy Nexus. Ho uno schermo in 720p, con gestione di contenuti a 1080p, navigazione web incredibile, e tutti i giochi girano incredibilmente. Non potrei chiedere altro.

Allora perché HTC e Huawei hanno presentato al MWC smartphone quad core? Nelle prove pratiche si è visto come l’HTC One X, che costa la bellezza di 699€, ha dei seri problemi con flash player durante la navigazione web. E questo è solo un esempio. Spesso di parla di ottimizzazione, parola molto estranea a Nvidia e ai suoi Tegra. Chi lo dimentica l’Optimus Dual?

Accantonando la soluzione Nvidia-HTC, mi balena per la mente una domanda: a cosa ci serve un Quad core su uno smartphone? Io credo proprio a nulla, se non per vantarsi di avere un telefono più costoso anche di un iPhone (699€ vs 659€). Oppure per avere un enorme punteggio nei benchmark. GalaxyS e Galaxy Nexus eccellono in multimedialità e web experience, eppure hanno “semplici” dual core dal 1.2Ghz (ma di produttori diversi).

Molte applicazioni e videogiochi devono ancora realmente sfruttare la potenza offerta dai dual core, quindi perché spingersi ai 4 core?

Inoltre il consumo energetico non è indifferente. La durata della batteria è sempre stato il tallone d’achille degli smartphone. Sicuramente il processo produttivo minore abbassa il consumo energetico, ma alzando i core la situazione resta invariata. Preferirei invece avere dual core alla stessa frequeza ma minori processi produttivi: consumerebbero molto meno.

Un esempio pratico è la Playstation3, che nella sua evoluzione ha visto calare il processo produttivo delle sue CPU e GPU, il risultato? Meno calore emesso, meno consumo energetico, alimentatore ridimensionato, meno rumore (ventola più piccola): PS3 Slim.

Ribadisco quindi, a mio parere, la completa inutilità di un quad core su uno smartphone. Certo, la Sense è un pachiderma, ma un dual core riesce a muoverla decentemente!!!

A voi i commenti.