Bruttissima notizia per tutti gli utilizzatori di Megaupload e Megavideo. L’FBI infatti oscura i siti e arresta il proprietario insieme ad altre 3 persone.

Gli Stati Uniti con le nuove leggi fanno chiudere sia Megavideo che Megaupload. L’FBI in collaborazione con il Dipartimento della Giustizia Statunitense a chiuso i due siti arrestando il fondatore insieme ad altre 3 persone che rischiano fino a 50 anni di carcere.

Megaupload è uno dei più noti siti di condivisione file dove era possibile inserire film, musica e software spesso protetti dal copyright. Secondo l’accusa l’attività svolta da Megaupload è costata più di 500 milioni di dollari a tutti i detentori del copyright.

Il fondatore del sito, Kim Schmitz, ha sempre dichiarato che la maggior parte dei file caricati sul sito erano completamente legali e che c’era un controllo abbastanza rigito su tutti i file caricati su Megaupload.

I capi di accusa per i fondatori del sito sono: associazione a delinquere finalizzata all’estorsione, al riciclaggio e alla violazione del diritto d’autore. Rischiano oltre 50 anni di prigione ciascuno.

Niente libertà di espressione anche su Internet. Anche siti come XDA rischiano la chiusura in tempi molto brevi. Per ora questa legge non interessa noi Italiani.