• Franco

    Articolo piuttosto superficiale… Pessimo il riferimento alle “applicazioni craccate” che non andrebbero mai installate e che comunque si possono installare quasi sempre indipendentemente dal Root.
    I vantaggi principali del root dipendono dal fatto che, prendendo possesso delle partizioni di sistema del proprio terminale, si può interagire più profondamente con lo stesso.
    Un esempio? Si può usare Greenify per “congelare” le applicazioni (anche di sistema) che consumano batteria; usare better battery stats per conoscere dati di dettaglio sui processi che mangiano batteria; usare vari strumenti e app di backup (nandroid, titanium ecc).
    Nel caso dei dispositivi Samsung è possibile modificare profondamente l’interfaccia grafica (aumentare e diminuire il numero dei toggle per esempio), abilitare funzionalità “segrete” come ad esempio i simboli in seconda funzione della tatsiera o accendere la torcia con i pulsanti del volume o ancora inviare sms programmati…

  • Pingback: Spiare Cellulare Android: la migliore applicazione è i-Spy | Tecno Android

  • Pingback: Root Android: facciamo il punto della situazione – Tutto Android

Torna su
cellulare pc desktop