google duplexDall’ 8 al 10 Maggio 2018, in California si sono svolti i Google I/O, un vero e proprio festival di precursori, in cui i nuovi e vecchi developers (sviluppatori di app, sistemi, interfacce, siti o novità) annunciano e mostrano le loro nuove scoperte e creazioni. Negli anni sono sempre più interessanti e coinvolgenti  le dimostrazioni riguardo le IA: Intelligenze Artificiali. Google più di tutti ha stupito con una prova del suo prodotto più recente: Duplex.

Prima di addentrarci nei dettagli, per i meno esperti, cerchiamo di comprendere cosa sia una IA o Intelligenza Artificiale: essa è una vera e propria scienza che cerca di creare, tramite software ed hardware dei meccanismi totalmente meccanici ed elettronici che simulino comportamenti che fino a qualche decennio fa erano esclusivamente umani. Già dagli anni Cinquanta si inizia a studiarne le possibilità ma in un decennio ci si rende conto di quanto sia difficile cercare di implementare pensieri e ragionamenti in qualcosa di cosi limitato. Sei decenni dopo ci ritroviamo qui ad ammirare Duplex.

 

Intelligenza Artificiale: Google Duplex

Duplex è una nuova feature all’interno del comando vocale Google. Ciò che ha impressionato i presenti in sala è la scioltezza di dizione e la naturalezza che la IA ha saputo comunicare; crea addirittura dei momenti in silenzio quasi come farebbe un essere umano per pensare (l’IA intanto usa questi momenti di pausa per elaborare dati ed algoritmi). Duplex serve maggiormente per prenotare appuntamenti.

Tante persone hanno discusso sul piano etico di quanto questo possa essere ambiguo; infatti la conversazione è talmente spontanea che l’interlocutore che dialoga con Duplex neanche potrebbe sapere che si sta interloquendo con un robot. Google ha prontamente risposto che quando il sistema sarà completato verrà creato un avvertimento verso l’utente che si sta dialogando con un robot e non con un essere umano.

 

Google Duplex fa tremare Apple e Microsoft

Naturalmente quello che vuole fare Google creando questa tecnologia è fare concorrenza alla Apple e alla Microsoft che l’hanno anticipata rispettivamente con Siri e Cortana. Queste due interfacce vocali riescono ad aiutare nelle ricerche, chiedere informazioni meteo, chiamare, messaggiare, programmare sul calendario, cambiare impostazioni del telefono e molto altro.

Google Duplex è ancora da perfezionare e verrà iniziata a testare seriamente negli USA dall’estate 2018. Quindi solo il tempo potrà rivelare l’effettiva utilità di questo strumento che si pone come obiettivo principale quello di farci risparmiare tempo. Pensate a chi vive di fretta e deve prenotare un tavolo al ristorante o organizzare un evento; cosa c’è di meglio di una IA che lo fa al posto tuo facendoti guadagnare tempo? Ovviamente Duplex può portare avanti conversazione di una certa lunghezza e complessità, dopo ciò potrebbe toccare a noi intervenire.

Quello che sta succedendo è che ci si sta muovendo molto velocemente verso il futuro. Un futuro molto tecnologico che promette e prevede che le macchine facciano la maggior parte del lavoro e che gli essere umani abbiano sempre meno compiti da svolgere (pensate solo a come funzionano le fabbriche e a quante persone vengano sostituite da robot).