5g tim, wind, tre vodafoneSembra passato poco più di qualche anno da quando le grandi aziende telefoniche annunciarono l’avvento della connettività 4G.  E invece sono ben 8 anni (la notizia risale infatti al 2010) e la tecnologia continua a fare passi da gigante.

Ebbene è stato da poco annunciato l’avvento del 5G! Dallo scorso marzo infatti circa 8 città italiane, tra cui Milano, Prato, L’Aquila, Bari e Matera, su proposta dell’Unione Europea, sono pronte a sperimentare questo nuovo tipo di connettività. Inoltre grazie ad un’intesa con Tim, pare che anche Torino rientri tra queste. In una prima fase i test si riservano di verificare la possibilità di realizzazione del progetto. Le stime prevedono, ad esempio, di coprire circa l’80% della zona di Milano e il restante 20% entro il 2019. In generale si ritiene che la rete 5G diventi un’idea concreta entro il 2020.

 

Ma cosa comporterà questa novità del 5G per gli utenti?

Ebbene in primo luogo occorre evidenziare che il 5G permetterà una velocità di navigazione in Internet di gran lunga superiore rispetto al 4G. Di fatti si stima che ogni utente potrà navigare dal proprio smarphone o tablet a circa 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload! Ma ci pensate? Sarà possibile ascoltare musica o guardare film e video senza quei fastidiosissimi secondi di attesa di caricamento.

E’ di certo una velocità non di poco conto, requisito fondamentale soprattutto per coloro che utilizzano internet per motivi di lavoro. Ma l’avvento del 5G non apporta miglioramenti solo alla telefonia mobile. In realtà è l’inizio di un forte cambiamento informatico che ci proietta in una città sempre più smart.

Basti pensare agli elettrodomestici programmabili anche dal posto di lavoro, alle macchine sempre più automatizzate o a città intelligenti in cui avremo palazzi in grado di prevenire autonomamente incendi e fughe di gas, cassonetti della spazzatura telecomandabili e droni atti alla sorveglianza.

E cosa dire della telemedicina?

Ci sarà infatti la possibilità di utilizzare diverse App che consentiranno diagnosi e cure a distanza. E’ questa una prima immagine di città del futuro. Un altro aspetto da non sottovalutare inoltre è l’impatto energetico. Quanto disposto infatti dall’ Unione Europea è che le nuove celle diminuiscano i consumi energetici di quelle attuali e aumentino invece la densità di connessione.

 

Wind, Tim, Vodafone e Tre: variazione delle tariffe

Ma cosa dobbiamo aspettarci dalle grandi aziende telefoniche come Wind, Tim, Vodafone e Tre? Ci sarà un aumento delle tariffe? E’ lecito chiedersi a quali costi i nostri gestori telefonici ci proporranno la rete 5G. Al momento non ci sono ancora informazioni circa quest’aspetto. Si prevede però che la connessione 5G accrescerà ulteriormente l’utilizzo di gigabyte.

Secondo alcuni recenti studi infatti, nel prossimo futuro gran parte dei contenuti sarà in formato video e non testo, il che richiede un consumo maggiore di giga. Dobbiamo quindi augurarci offerte sempre convenienti a prezzi non superiori agli attuali. Non ci resta che aspettare!