Stone Temple Consulting Corporation ha pubblicato il suo ranking per i primi cinque assistenti digitali, dimostrando che Google Assistant è ancora in testa ma che il divario si sta riducendo.

Per chiarezza, lo studio ha effettivamente considerato la variazione del dispositivo con I.A. separatamente dalla sua tecnologia basata su altoparlanti intelligenti. Inoltre ha testato Cortana, Alexa e Siri – che si sono classificati dietro Google, in questo ordine. In ogni caso, il test ha mostrato che ciascuno degli assistenti digitali intelligenti ha ottenuto risultati migliori rispetto al 2017. Tuttavia, Alexa ha compiuto il maggior progresso in termini di riconoscimento e di tentativi di risposta.

Google Assistant è il migliore tra gli assistenti digitali esistenti, ma potrebbe essere battuto

Stone Temple ha consegnato i risultati del suo studio in due categorie distinte. Il primo è il numero di domande che sono state riconosciute e le risposte tentate. Il secondo si restringeva a quante di quelle risposte erano accurate e complete. L’Assistente di Google su entrambe le piattaforme di telefonia mobile e altoparlante ha tentato e ha risposto più di altri. In effetti, Google Assistant per cellulari ha tentato di rispondere a quasi l’80 percento delle richieste e ha risposto con successo a oltre il 90 percento di queste. Cortana, d’altra parte, in realtà ha risposto più correttamente di Google Home. È sceso di pochi punti, intorno al 65 percento, in termini di domande a cui ha cercato di rispondere. Alexa ha tentato meno del 60% delle domande, ma ha risposto oltre l’80% di quelle completamente. Infine c’è Siri di Apple con l’80% delle risposte complete ma con poco più del 40% di risposte tentate.

A parte la crescita sbalorditiva di Amazon in termini di risposte tentate di Alexa, ogni altra azienda è cresciuta di meno del 50 percento. La soluzione di Google in realtà è cresciuta di meno, con pochi punti guadagnati. Ciò potrebbe indicare qualcosa che potrebbe diventare un problema in seguito. Detto questo, Amazon ha visto anche la crescita maggiore per quanto riguarda le domande con risposte errate. Sebbene gli assistenti digitali abbiano tentato più domande, tutti tranne Cortana hanno visto un calo anno dopo anno in termini di quanti di questi hanno risposto in modo completo. Quindi potrebbe essere un po’ troppo presto per formulare giudizi di qualsiasi tipo. Questo studio è stato abbastanza completo rispetto ad altri che sono stati condotti negli ultimi tempi.