Wind All Inclusive Celebration offre 30 Giga a soli 10 euro

Wind fa un passo verso tutti i suoi clienti. Il provider in questo mese di aprile ha applicato su tutti gli abbonamenti in corso – ed anche su quelli che verranno – un aumento di prezzo.

A seguito dell’applicazione della legge 172/17 che abolisce i pagamenti ogni 28 giorni, il provider per non rinunciare all’indotto extra dato dalla “tredicesima mensilità” ha deciso di far pagare l’8,6% in più su base mensile.

Wind, AGCOM e aumenti

L’aumento è strategico per far pagare agli utenti la stessa somma di denaro dello scorso 2017.

L’intervento dell’AGCOM nei giorni scorsi ha però cambiato le carte in tavola. L’ente che vigila sul comportamento delle aziende private nel mondo delle telecomunicazioni ha ammonito Wind – ma anche TIM e Vodafone – per la mossa difensiva.

La risposta di Wind all’ammonizione dell’AGCOM è presto data. Dal prossimo mese di maggio, anziché l’8,6% in più, gli utenti potranno avere un piccolo sconto di pena.

Sconto e rimborso di facciata

La tariffa extra da pagare sulle mensilità di inizio sanno sarà dell’8,3%. Il risparmio dello 0,3% – essendo più di facciata che reale – dovrebbe far alleviare le voci di protesta dell’AGCOM.

Per fare un altro passo verso i suoi consumatori, Wind promuove anche dei rimborsi sempre a maggio. Nel corso del prossimo mese gli utenti vedranno rimborsato sul proprio credito residuo la somma dello 0,3% rispetto a quanto pagato.