Huawei Mate 30
Huawei ha dato il via al Huawei Global Analyst Summit 2018, un evento che si tiene a Shenzhen dove i numeri uno del produttore cinese rivelano quali sono i piani per affrontare al meglio il prossimo anno. Tra questi c’è la presentazione del primo smartphone con supporto alle reti 5G e sistema operativo Android.

LEGGI ANCHE: P20 Pro e le migliori offerte convenienti per acquistarlo con TIM, Vodafone, Wind e TRE

Il 2019 sarà l’anno della connettività 5G e proprio per questo Huawei, che si sta dimostrando l’azienda più attiva nello sviluppo delle funzionalità connesse al 5G, annuncerà il suo primo smartphone compatibile. Un dispositivo che farà il suo debutto nella seconda metà del 2019, esattamente nel terzo trimestre: tra luglio e settembre.

Huawei Mate 30 potrebbe essere il primo smartphone 5G di Huawei

Il terzo trimestre dell’anno è quel periodo che coincide solitamente con la presentazione del nuovo top di gamma della serie Mate. Non è escluso, dunque, che il primo smartphone 5G del colosso cinese sia proprio Huawei Mate 30 a patto che il modello di quest’anno si chiami Mate 20.

Lo smartphone utilizzerà un modem 5G prodotto proprio dalla società. Stiamo parlando di Balong 5G01, il primo chipset al mondo che supporta lo standard 3GPP per 5G con una velocità di downlink fino a 2.3 Gbps. Il chipset supporta la rete 5G su tutte le bande di frequenza, comprese quelle sub-6GHz e millimetro wave (mmWave).

Un prodotto di cui vi abbiamo parlato al MWC 2018 che rende Huawei la prima azienda ad offrire una soluzione 5G end-to-end. Guardando al futuro, i numeri uno del brand cinese prevedono che ci saranno 1.1 miliardi di connessioni 5G entro il 2025, insieme a 200 milioni di automobili connesse al 5G.

Offrire un prodotto che supporti perfettamente questa connettività, che rivoluzionerà il modo con cui interagiamo con i dispositivi intelligenti, è un risultato ambizioso.