LG G7 colori

LG G7 ThinQ sarà uno smartphone ricco di funzionalità, basate tutte sull’IA. Dopo la rivelazione di questa settimana relativa alla presentazione di LG G7 ThinQ, vediamo assieme quali potrebbero essere le sue specifiche tecniche. Sebbene alcuni di questi dettagli siano già stati comunicati in precedenza, tutte le informazioni qui elencate sono state comunicate su fonti interne all’azienda, dunque molto affidabili.

Notch, purtroppo (o per fortuna?)

Iniziamo con quella che è probabilmente una delle questioni più controverse do G7: il Notch. LG ha intuito che la tacca sul display è ormai uno status, un simbolo dei top gamma, e dunque l’ha inserita sul suo flagship; fortunatamente, il produttore darà la possibilità agli utenti di scegliere se utilizzare un design edge-to-edge o iPhone X Style come Huawei P20, per intenderci.

Naturalmente, il Notch ospiterà la fotocamera frontale e la capsula auricolare; probabilmente troveremo altresì un sistema per lo sblocco facciale 3D.

Intelligenza artificiale

LG sta ponendo al centro del suo progetto mobile l’intelligenza artificiale (AI). Questo, infatti, è il motivo per il quale la società ha scelto di utilizzare il l’aggettivo ThinQ. In particolare, l’AI migliorerà in maniera drastica le prestazioni della fotocamera, la quale sarà caratterizzata da due sensori con risoluzione di 16 megapixel, realizzati con tecnologia SuperPixel; questi sfrutteranno la modalità ”Massima Luminosità”, per foto eccellenti anche di notte, con buio pesto.

Come già speculato, troveremo un sensore con apertura f /1.6 ed uno grandangolare fino a 107 gradi. La fotocamera standard offrirà anche la compatibilità HDR a 10 bit per una maggiore qualità del colore, proprio come l’LG V30.

Un display più luminoso, più colorato, e meno energivoro

LG G7 ThinQ includerà molti più pixel bianchi rispetto ai precedenti device del produttore, il che si traduce in un display che è due volte più luminoso di quello di LG G6 e molto più colorato. Nonostante questi clamorosi miglioramenti, ciò non andrà ad impattare sulla batteria, grazie all’implementazione della tecnologia M+.

Assistente Google… potenziato

LG G7 includerà l’Assistente Google, potenziato dalla tecnologia ThinQ. Saranno 32 i comandi esclusivi che l’utente potrà richiedere a G7, come ammirato su V30S ThinQ.

Concludendo

LG G7 ThinQ potrebbe essere il flagship killer che noi tutti sogniamo da tempo. IA, fotocamera e display dovrebbero essere i migliori sul mercato, ma la partita – come sempre – si gioca sul marketing. Riuscirà LG a convincere gli utenti? Non ci resta che attendere il 2 maggio, giorno in cui si terrà la presentazione ufficiale.