Nuova truffa sul Play Store
Nuova truffa sul Play Store

Il Play Store è utilizzato da milioni di utenti per scaricare giochi e applicazioni per gli smartphone Android. Recentemente però è stata scoperta una nuova truffa che utilizza i pop-up di Google per rubare denaro.

Ormai le truffe sono l’argomento del giorno, e-mail phishing, catene su WhatsApp e ora anche il Play Store. I malintenzionati non sanno più cosa inventarsi per rubare denaro.

Scoperta una nuova truffa sul Play Store

Tutti gli utenti che utilizzano uno smartphone con sistema operativo Android dovranno stare attenti a non imbattersi in questa nuova truffa. Utilizza, come anticipato prima, i pop-up di Google e alcuni giochi gratuiti dall’aspetto innocuo, per rubare del denaro. Questo nuovo sistema è apparso sullo Store in un’applicazione chiamata Pingu Cleans Up.

L’applicazione è stata tempestivamente cancellata dal team di sicurezza Google anche se, solo dopo essere stata scaricata tra le 50.000 e le 100.000 volte. Una volta installata, richiede di accettare una quota di iscrizione settimanale. Nel caso del gioco sopra indicato, viene chiesto all’utente di creare un avatar di un pinguino personalizzato. Il gioco chiede di confermare il design dell’avatar tramite una finestra pop-up di Google Play. Questa cosa viene ripetuta poi una seconda volta, seguita da un terzo pop-up, momento in cui si attua la truffa.

Se l’utente ha già una carta di credito registrata, il pop-up finale mostra anche un pulsante di iscrizione, vicino alla conferma del pagamento di 5.49 euro settimanali. Se non si ha ancora una carta registrata, il pop-up chiederà di registrarne una. Il nostro consiglio è quello di stare molto attenti alle conferme che date quando volete scaricare un’applicazione, controllate bene che non ci siano iscrizioni da effettuare.