Certificazione IP
Certificazione IP: ecco cosa vuol dire

La certificazione IP è una delle caratteristiche principali secondo cui oggigiorno scegliamo il nostro prossimo smartphone da acquistare. Occorre pertanto riservare un approfondimento specifico a tal riguardo, per comprendere che differenza esiste tra i vari tipi di certificazione.

Certificazione IP

La certificazione IP (Internetional Protection) non è altro che uno standard internazionale (IEC standard 60529) con cui viene valutato e classificato il grado di protezione fornito dai nostri dispositivi elettronici. In realtà, lo standard parla di “involucri meccanici e quadri elettrici”, ma naturalmente è facilmente riconvertibile ad ogni tipo di device elettronico, come smartphone e tablet. Nello specifico, si fa riferimento al grado di intrusione di particelle solide (come la polvere) e liquide (come l’acqua).

La codifica è piuttosto semplice e può essere così tradotta per i dispositivi attualmente più diffusi in commercio.

IP53

Protetto contro l’accesso di polvere o di un filo sottile e protetto dalla pioggia.

IP57

Protetto contro l’accesso di polvere o di un filo sottile e protetto da immersione temporanea (massimo 1 metro di profondità per 30 minuti).

IP58

Protetto contro l’accesso di polvere o di un filo sottile e protetto da immersione permanente in acqua (massimo 3 metri di profondità per un tempo superiore ad un’ora).

IP67

Totalmente protetto da polvere, sabbia e in generale qualsiasi corpo solido di piccole dimensioni. Presente anche la protezione da immersione temporanea (massimo 1 metro di profondità per 30 minuti).

IP68

Totalmente protetto da polvere, sabbia e in generale qualsiasi corpo solido di piccole dimensioni.  Presente poi la protezione da immersione permanente in acqua (massimo 3 metri di profondità per un tempo superiore ad un’ora).

Certificazione IP
Certificazione IP: protezione da solidi
Certificazione IP
Certificazione IP: protezione da liquidi

Conclusioni

Gli smartphone attualmente più diffusi sul mercato non hanno ancora alcun tipo di certificazione. Attualmente, infatti, questo genere di protezione è stata introdotta al massimo ai dispositivi di fascia media, come Samsung Galaxy A3 (IP68) e Galaxy A5 2017 (IP68). Quasi tutti i top di gamma ne sono altresì equipaggiati (Samsung Galaxy S9+ – IP68, Huawei P20 Pro – IP67, LG V30 IP68, Sony Xperia XZ2 IP68).