wazeNon preoccupatevi, non siamo qui per parlarvi dell’ennesimo navigatore per smartphone. Ci sono già molte buone applicazioni che offrono questo servizio, ma qui si parla di una nuova concezione di navigatore aggiornato agli ultimi progressi tecnologici. Waze vede la luce nel 2008 in Israele ma viene presto comperato 5 anni dopo da Google che ne aveva intuito le potenzialità. All’epoca venne investita anche una notevole cifra nell’acquisto del prodotto e quando l’attenzione di Google viene così sollecitata è bene stare a vedere di cosa si tratta. Un colosso del genere non si muove per nulla e infatti Waze è davvero qualcosa di nuovo con grandi potenzialità.

Iniziamo a capire più nello specifico di cosa si tratta quando si parla di Waze. Waze è un navigatore che integra i servizi dei social network. Quindi come nei social network è possibile creare un proprio profilo e attraverso questo interagire con gli altri utenti . In questo modo si incrociano le opinioni, le esperienze e le informazioni delle varie persone. Sfruttando i servizio già rodato di Google Maps e degli altri navigatori se ne va a costruire uno aggiornato in tempo reale. In questo modo si viene a conoscenze di quale sia il tragitto migliore da seguire in quel preciso momento, per evitare traffico e ingorghi.

Waze: addio finalmente al traffico

La struttura che regola questo particolare social e la gamification. Per chi non sapesse cosa significa si tratta di struttura un servizio, un piattaforma con le caratteristiche di un gioco. Ovvero vengono premiti gli utenti virtuosi con vari riconoscimenti come dei livelli di affidabilità, facendo in modo che il meccanismo si auto regoli efficientemente. Queste senza la necessità di un costate controllo da parte di terzi e senza appesantire la fruizione del servizio.

Un altro punto cardine del funzionamento di Waze è il crowdsourcing. In questo modo le informazioni sul traffico vengono messe a disposizione dagli stessi utenti. Sfruttando il GPS e tenendo conto della velocità di marcia dell’auto si può dedurre la densità di traffico delle varie zone. Queste informazioni vengono condivise in tempo reale, con grande vantaggi per tutti i guidatori che possono avere a disposizione un calcolo del percorso più conveniente possibile.

Come avrete capito il punto di forza di questa applicazione è proprio quello di avere una community che fornisce dati aggiornati e affidabili. Come per un social accedervi è molto semplice: l’applicazione è disponibili sia per Android sia per iPhone e registrarsi e semplicissimo. Inoltre per chi proprio vuole perdere meno tempo possibile è disponibile anche la registrazione semplicemente sincronizzando il proprio profilo Facebook. Tra i propri dati personali è possibile anche inserire luoghi dove ci si reca abitualmente come la propria casa o il proprio posto di lavoro. Così cliccando su una semplice icona si otterranno informazioni direttamente per quell’indirizzo.

Spero di esservi stato d’aiuto con questo articolo e che possiate trovare in Waze un prezioso alleato per sfuggire al traffico.