Huawei Mate 10 Pro

Buone notizie per i possessori di Huawei Mate 10 Pro che con tutta probabilità saranno rimasti impressionati dalla presentazione di ieri che ha visto i nuovi Huawei P20, P20 Pro e Mate RS Porsche Design. Richard Yu, CEO dell’azienda, ha dichiarato che Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro riceveranno parte delle funzioni AI dei nuovi smartphone.

LEGGI ANCHE: Mate RS è fenomenale: Porsche Design, Display OLED, 256 GB e due scanner

È una promessa che nasce dal presupposto che sia i nuovi P20 che i precedenti Mate 10 condividono lo stesso SoC: il Kirin 970 con processore Octa Core, GPU dedicata e sistema neurale NPU che gestisce la parte intelligente dei due prodotti. Un’ottima notizia per coloro che hanno dato fiducia a Huawei acquistando gli ultimi modelli della serie Mate.

Huawei Mate 10 Pro riceverà le funzioni intelligenti dei più moderni Huawei P20 e P20 Pro

Queste funzioni intelligenti verranno introdotte dagli sviluppatori con un aggiornamento software. Tuttavia, non si tratterà di un update specifico ma dell’aggiornamento che porterà anche Android 8.1 Oreo. Un concentrato di aria fresca, dunque, caratterizzata da diverse novità software e miglioramenti.

Per i più curiosi, le funzioni di intelligenza artificiale in quesitone promesse dal CEO durante l’evento di ieri riguardano il comparto multimediale. Stiamo parlando di sei nuove scene che sommandosi a quelle attuali porteranno il totale a 19. Scene e modalità di scatto dove a gestire parametri e valori è proprio la stessa fotocamera attraverso speciali algoritmi.

Quest’ultimi riconoscono lo sfondo ed il soggetto inquadrato e si regolano di conseguenza per restituire all’utente il migliore scatto possibile. Queste nuove scene consentiranno di eseguire immagini straordinarie anche quando si utilizzerà lo smartphone per riprendere fuochi d’artificio, cascate, macro oppure scansioni di documenti o semplici foto di gruppo.

Infine, sempre con l’aggiornamento ad Android 8.1 Oreo i possessori di Huawei Mate 10 Pro potranno decidere di disattivare l’intervento dell’intelligenza artificiale. Un’opzione, sempre a livello multimediale, che non era prevista ma che è stata introdotta nel firmware dei nuovi P20. Almeno per il momento queste sono le uniche novità previste.

In realtà noi crediamo che possa esserci spazio anche per altri feature di intelligenza artificiale e machine learning come Huawei AIS, soprattutto dopo che lo stesso Richard Yu ha ribadito più volte l’impegno di tutta l’azienda nello sviluppo di queste soluzioni. Nessuna informazione, invece, sui tempi di rilascio di questo aggiornamento.