truffe postepayAi giorni nostri la Postepay è ormai una delle carte prepagate più utilizzate in Italia dai consumatori. Col passare del tempo ha conquistato un numero sempre maggiore di clienti. Proprio per questo ha attirato anche l’attenzione indesiderata di numerosi truffatori. Sono infatti sempre di più i metodi escogitati dai malintenzionati per sottrarre illegalmente soldi agli ignari utilizzatori della carta gialla. Per questo motivo negli anni Poste Italiane ha elaborato un vero e proprio protocollo d’emergenza da seguire in caso di truffa.

La prima cosa da fare è prendere il telefono e chiamare al 803 160. Questo è un numero istituito appositamente da Poste Italiane per far fronte a situazioni come questa. La richiesta di informazioni presso questo numero non ha alcun tipo di costo se la chiamata viene effettuata da telefono fisso. Al contrario se la si effettua tramite telefono cellulare, il cliente dovrà pagare un costo fisso di 0,15 euro di scatto alla risposta, più una tariffa al minuto che dipenderà dall’offerta dell’operatore telefonico attiva sul proprio numero, e che non potrà comunque superare il costo massimo di 0.60 euro.

Questo numero è anche utile quando si ricevono mail equivoche e non si ha la certezza dell’autenticità di tale messaggio. Basterà dunque una semplice verifica tramite questo servizio per non avere più alcun tipo di dubbio. Ovviamente è necessario effettuare il controllo prima di rispondere alla mail. E’ questo il caso di molte persone che prima hanno risposto alla mail e poi, presi dal dubbio, hanno chiamato l’assistenza. In questo caso è già troppo tardi per un intervento preventivo di Poste Italiane.

Postepay: cosa fare in caso di truffa

Nel caso in cui, sfortunatamente non siate stati in grado di evitare la truffa, ecco tutti i passaggi che dovete fare, per cercare di mantenere comunque al sicuro le vostre finanze e i vostri risparmi. Il primo e tempestivo gesto che dovete assolutamente compiere è quello di bloccare la carta. Infatti una volta eseguita tale procedura, per il ladro non sarà più possibile utilizzare i dati della Postepay rubata. In secondo luogo è necessario stampare un resoconto di tutti i pagamenti effettuati, e muniti dello stesso, esporre denuncia alle autorità competenti, rilasciando un dichiarazione in cui disconoscete le operazioni fraudolenti. Una volta completata questa serie di operazioni, potete richiedere il risarcimento della truffa.

Per ottenere il risarcimento di tutti i soldi che vi sono stati sottratti bisogna inviare una segnalazione a Poste Italiane. Perchè essa venga presa in considerazione è necessario allegare: il documento che attesta che voi abbiate sporto denuncia alle autorità, una copia della lista dei movimenti, con evidenziati quelli effettuati dai truffatori, e per cui chiedete il risarcimento, una copio del documento che attesta il blocco della carta, con annesso codice, e infine una lettera in cui si spiega tutto l’accaduto. Subire una truffa è sempre un fatto estremamente increscioso e spiacevole, tuttavia grazie all’aiuto e all’assistenza chiara e tempestiva di Poste Italiane, è possibile non perdere neanche un centesimo dei propri risparmi.