Google Cloud ha annunciato una vasta gamma di nuovi strumenti di sicurezza e gestione. Essi sono destinati a fornire ai propri clienti ancora più opzioni in merito a come gestiscono le loro attività.

Oltre 20 funzionalità in totale, la società ha evidenziato tre casi d’uso recentemente supportati che ritiene un buon lavoro illustrando come le sue offerte sono uniche e offrono funzionalità senza precedenti. Gli scenari incentrati su livelli estremamente elevati di controllo dei dati e trasparenza generale da parte di Google. L’azienda di proprietà di Alphabet sostiene che la sua piattaforma cloud è stata costruita pensando alla sicurezza partendo dalle basi. Tra le soluzioni offerte ci sono il chip Titan, la crittografia end-to-end e la flessibilità per quanto riguarda le soluzioni di sicurezza personalizzate.

Google Cloud si aggiorna con più di 20 nuove funzioni per diventare sempre più sicuro

VPC Service Controls è una nuova aggiunta alla piattaforma destinata a migliorare ulteriormente la sicurezza. Offrirà ai consumatori quella che è effettivamente una barriera invisibile che protegge i dati dalle app per il cloud. Progettata principalmente come strumento per prevenire gli hack. Cloud Security Command Center è un’altra funzionalità di questo genere. Google lo descrive come l’ultimo strumento per ottenere informazioni utili sui potenziali rischi per identificare le minacce prima che il danno sia fatto.

La concorrenza tra Google Cloud, Microsoft Azure e Amazon Web Services si surriscalda. Tutti e tre questi principali provider di servizi cloud cercano di innovarsi di continuo e convincere i clienti aziendali che la loro soluzione è la scommessa a lungo termine migliore. Per quanto riguarda i clienti attuali, un numero crescente di essi sta iniziando ad adottare delle soluzioni multi-cloud a causa dei timori di intrusioni da parte dei venditori. Questo fenomeno è stato in parte causato dalle fusioni e acquisizioni, secondo alcuni osservatori del settore.