Microsoft Windows 10
Microsoft sta per migliorare ancora Windows 10

Microsoft ha deciso di ascoltare i feedback degli utenti ed implementare una funzione ritenuta da molti fondamentale. Infatti, a partire dal nuovo major update caratterizzato dal numero di build 1803 e denominato “Spring Creators Update”, gli aggiornamenti di sistema risulteranno più veloci.

Grazie ad una migliore gestione ed elaborazione dei dati, Microsoft ha assicurato che il tempo totale in cui il PC non sarà utilizzabile a causa di un aggiornamento sarà di trenta minuti. Ovviamente a Redmond si augurano che il tempo possa scendere ancora, ma si tratta comunque di un buon traguardo.

La notizia arriva direttamente da Joseph Conway, Senior Program Manager del team Windows Fundamentals presso Microsoft. Il team Windows Fundamentals si occupa dello sviluppo delle tecnologie utilizzate per installare gli aggiornamenti. Ovviamente questo team è quello a cui vengono girate le segnalazioni degli utenti che chiedevano un tempo di installazione degli update minore.

Joseph Conway sottolinea come questa miglioria avrà effetto soprattutto sui feature update. Si tratta di quegli aggiornamenti che portano la build di sistema a quella più recente disponibile e possono essere indicati come i major update. Benefici si avranno anche con i “quality updates” rilasciati durante il “Patch Tuesday” ma con impatto minore. In questa fase è richiesto in genere un singolo riavvio del PC mente per gli aggiornamenti più corposi ne sono richiesti diversi.

Microsoft sottolinea che il lavoro di affinamento svolto è stato determinante per dividere il processo tra fasi che si possono effettuare a PC acceso e quelli che per forza devono essere effettuati a PC spento. Infatti con il Creators Update rilasciato nell’aprile del 2017, il tempo medio di installazione era di 82 minuti. Non resta che attendere il rilascio del Spring Creators Update che dovrebbe essere imminente.