Iliad 5GIliad parteciperà alla futura asta per le frequenze 5G così come confermato nel nuovo rapporto di gestione 2017 pubblicato online dal gestore francese dopo l’accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE). Ecco cosa aspettarsi.

Iliad 5G in Italia

Il quarto gestore nazionale di telefonia mobile Iliad è previsto al suo esordio per il 26 Marzo 2018, mentre sono stati definiti i piani di copertura per la rete da concretizzarsi entro e non oltre il 2025.

Nel frattempo il vettore di importazione francese si prepara ad affinare i piani per il futuro del 5G dopo che l’AGCOM ha avviato nei giorni scorsi una consultazione pubblica sui regolamenti che stabiliranno l’assegnazione delle frequenze.

Atteso tra qualche settimana, il bando garantirà i termini di gestione delle frequenze e relative assegnazioni sulle bande 700 MHz (oggi in mano ai broadcaster televisivi) limitate nella concessione al mese di Luglio 2022, 3600-3800 MHz (attualmente impiegate per i test nelle città di Milano, L’Aquila, Prato, Bari e Matera con validità entro 19 anni a partire dalla fine del 2018 ed il blocco 26.5-27.5 GHz che si utilizzeranno presumibilmente per il 5G.

Le frequenze 700MHz consentiranno ad Iliad di immettersi sul mercato della telefonia mobile a fronte di piccoli investimenti, mentre i grandi investimenti saranno da indirizzarsi 5G che verranno annunciate in Aprile.