I fan di Google possono essere felici per l’arrivo dei nuovi Pixel Buds, rilasciati  esclusivamente per il mercato USA, in altre nazioni. Google ha deciso di rendere disponibili i Pixel Buds anche per altri paesi. Sono infatti, disponibili per la vendita sul Google Store anche in Australia, Regno Unito e Germania.

I Pixel Buds non sono solo un paio di auricolari wireless ma sono molto più di questo. Gli auricolari dispongono di comandi sensibili al tocco che funzionano tramite i gesti. Toccando la parte di destra si riproduce o si interrompe la musica, scorrendo avanti e indietro si aumenta e diminuisce il volume mentre una pressione prolungata avvia l’Assistente Google.

Google espande la commercializzazione delle nuove cuffie wireless

 

Consente inoltre agli utenti di ricevere ed effettuare chiamate. Le Pixel Buds sono alloggiate in una custodia che carica anche gli auricolari in modo molto simile all’Apple AirPods. Il dispositivo garantisce cinque ore con una singola carica, mentre il case è in grado di  ricaricare le cuffie per ben 4 volte. Per utilizzare la funzione di traduzione, un utente dovrebbe dare un comando all’Assistente Google chiedendogli di parlare una determinata  lingua. Gli utenti possono quindi parlare in inglese e Google tradurrà il discorso nella lingua preferita. La risposta può essere ascoltata anche tramite gli altoparlanti degli smartphone con cui sono connessi i Pixel Buds.

Allo stesso modo, il discorso viene tradotto in inglese e gli utenti possono ascoltarlo tramite gli auricolari. Purtroppo le cuffie, almeno per il momento nn raggiungeranno il nostro mercato. Si tratti di una scelta discutibile che speriamo possa essere rivista dall’azienda. Si tratta, infatti di un prodotto molto interessante. Recentemente Google ha iniziato a implementare un nuovo aggiornamento per i suoi smartphone Pixel 2. Il nuovo aggiornamento, rilasciato all’inizio di Febbraio consente ad un utente di attivare il suono dell’otturatore della fotocamera dal menu delle impostazioni della stessa.