huawei p20Se vi aspettavate che Huawei annunciasse il suo nuovo P11, preparatevi a rimanere (piacevolmente) delusi. La grande casa di smartphone ha infatti deciso di saltare un bel po’ di numeri e passare direttamente al P20. Il motivo di questa scelta non è ancora chiarissimo, ma molti ipotizzano che potrebbe essere legato all’accoglienza poco calorosa che è stata riservata all’ultimo arrivato dell’azienda, il Huawei P10, spesso accusato di non aver portato nessuna novità con sé. Un grande balzo in avanti quindi, per lasciarsi gli errori del passato alle spalle e dare inizio ad una nuova generazione ricca di novità.

 

Huawei P20, P20 Plus e P20 Lite

Le uniche indiscrezioni trapelate dalla casa madre parlano di Anne, Charlotte ed Emily, ma cosa c’entrano le sorelle scrittrici Bronte con la nuova gamma di smartphone? Pare che questi siano i tre nomi in codice utilizzati durante lo sviluppo dei tre smartphone che costituiscono la linea P20: il modello base, il modello Plus e il modello Lite. Già da tempo siamo abituati a questa distinzione di prestazioni (e di prezzo) per i dispositivi Huawei e a quanto sembra potremo aspettarcela anche sul nuovo modello. Resta da capire quali saranno le grosse differenze tra le tre versioni, ma lo scopriremo solo alla presentazione ufficiale.

Tanti nuovi colori

Forse non un dettaglio così interessante come quelli che riguardano le prestazioni di Huawei P20, ma sicuramente farà piacere a molti sapere che questa nuova linea avrà tanti colori esclusivi per ogni modello: P20 Base sarà disponibile nei colori Twilight e Ceramic Black, P20 Plus sarà offerto nelle stesse colorazioni della versione base, mentre P20 Lite offrirà i colori Midnight Black, Klein Blue e Sakura Pink.

La scheda tecnica di Hawei P20

Il nuovo Huawei P20 nella versione base dovrebbe presentare il chipset Kirin 970, quello già utilizzato per il Mate 10 PRO, in modo da poter sfruttare tante funzioni dedicate all’intelligenza artificiale. La memoria interna sarà di 64 GB e la RAM di 4 GB.

Leggi anche:  Huawei sfida Qualcomm e MediaTek puntando di più sui suoi processori Kirin

Lo schermo in risoluzione FULL HD+ in 18:9 molto probabilmente seguirà la scia dei suoi predecessori, diminuendo al minimo le cornici esterne, lasciando spazio ad uno schermo che potrebbe raggiungere i 5,8 pollici di dimensione.

Ma la novità più attesa è sicuramente quella legata alla fotocamera, o meglio, alle tre fotocamere poste sul retro. Secondo i rumors infatti Huawei P20 potrebbe essere il primo smartphone dotato di tre sensori con una risoluzione massima di 40 Megapixel. Il punto forte dei precedenti modelli (la fotocamera Zeiss e un software dedicato) verrà quindi migliorato ulteriormente, classificando nuovamente Huawei come l’azienda leader per la fotografia con smartphone. Ultimo, ma non meno importante, il sensore per il riconoscimento facciale posto sullo schermo, che promette di essere ancora più sicuro ed efficace del suo collega made in Apple.

Le principali differenze che avranno il P20 Plus e il P20 Lite sono nelle memorie (6 GB di Ram e 128 GB di memoria interna per Plus, 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna per Lite) e nello schermo (probabilmente un OLED da 6,01 pollici con risoluzione QuadHD+ per Plus, FullHD+ da 5,8 pollici per Lite), differenze che chiaramente faranno variare di molto il prezzo.

Nessuna notizia sul sensore di impronte invece, che potrebbe sparire del tutto grazie all’utilizzo del riconoscimento facciale, oppure, molto probabilmente, trovarsi sul retro per lasciare spazio allo schermo.

Data di uscita di Huawei P20

Ancora non si sa quando potremo finalmente toccare con mano questi nuovi Huawei, ma di sicuro avremo maggiori informazioni dopo l’evento programmato per il 27 marzo 2018 a Parigi, dove verranno ufficialmente presentati al pubblico.