Nokia 8 con Android 8.1 Oreo

Nokia 8 è pronto a ricevere l’aggiornamento software ufficiale ad Android 8.1 Oreo. Ad annunciare questa bella notizia per i possessori dello smartphone è direttamente Juho Sarvikas, Chief Product Officer di HMD Global con un messaggio pubblicato su Twitter. L’inizio della distribuzione è partito in Europa e sta interessando i modelli No-Brand.

LEGGI ANCHE: Wind, in arrivo un’offerta per TIM e Vodafone: 1000 minuti, 50 SMS e 10 GB a 5 euro

In Italia stanno arrivando le prime segnalazioni e prima che il rilascio interessi tutti, è solo questione di ore. Nokia, sotto la direzione di HMD Global, ha dimostrato ancora una volta di essere uno dei migliori produttori di smartphone nel supporto software e nell’attenzione rivolta ai clienti.

È passato solo pochissimo tempo da quando era partito il programma di beta testing. Le novità introdotte dagli sviluppatori sono diverse e riguardano l’introduzione di Android 8.1 Oreo, le patch di sicurezza Android del mese di febbraio e la percentuale della batteria  dei dispositivi connessi tramite Bluetooth.

In più, è stato rivisto il menu delle impostazioni e potenziato quello del risparmio energetico. Aggiornare, dunque, è più che consigliato perché nel complesso viene migliorata di molto l’esperienza di utilizzo. Nokia 8, inoltre, è uno dei pochissimi top di gamma ad avere già Android 8.1 Oreo ufficiale.

Nokia 8, come aggiornare ad Android 8.1 Oreo

L’aggiornamento può essere scaricato solo con una connessione WiFi attiva ed il perché è presto detto: la dimensione supera 1.5 GB. Aggiornare è molto semplice perché basterà attendere la notifica dedicata in arrivo in queste ore. Potete forzare la ricerca di una nuova versione software dalle impostazioni dedicate agli aggiornamenti.

In entrambi i casi basterà confermare il download e la successiva installazione. La procedura è completamente automatica e si completa con il riavvio di Nokia 8. Per chi ha già aggiornato ad Android Oreo e deve installare questo update non c’è bisogno di alcun backup. Per tutti gli altri, invece, lo consigliamo insieme ad un reset preventivo.